Sempre più di corsa con l’aggiornamento Garmin






Diverse le novità nel nuovo aggiornamento Garmin per gli smartwatch dedicati allo sport. Per la cadenza, non serve più il sensore

È qualcosa di più di un semplice aggiornamento quello annunciato da Garmin per gli smartwatch dedicati al mondo dello sport. Quelli definiti come sportwatch, tra i quali rientrano fēnix 7, epix (Gen 2), tactix 7, Enduro 2, Marq (Gen 2), Forerunner 255, Forerunner 955.

A breve, un’operazione analoga sarà inoltre rivolta ai ciclocomputer della serie Edge 1040 ed Edge Explore 2.

La nuova versione non si limita infatti a mettere a punto il software esistente. Offre infatti ina serie di nuove funzioni, sviluppate negli ultimi anni per estendere il potenziale dei wearable Garmin.

Potenza sotto controllo

In particolare, per gli smartwatch si parte da Running Power. Negli sport di resistenza, a partire dalla corsa, per chi si allena regolarmente uno dei dati più importanti è la misurazione dei Watt generati durante l’attività.

Informazione fino a oggi disponibile solo in presenza di un sensore dedicato. Nel caso Garmin, la fascia HRM-Pro Plus o il Running Dynamic Pod. Ora invece, l’analisi viene effettuata direttamente al polso dallo smartwatch.

Inoltre, viene estesa la portata di Morning report, disponibile ora su un numero maggiore di dispositivi. Il report mattutino fornisce suggerimenti per l’allenamento della giornata, grazie all’analisi della qualità del sonno, dell’HRV Status (Variabilità Cardiaca), oltre ai dati meteorologici geolocalizzati ricevuti dallo smartphone. Report all’occorrenza personalizzato per includere solo le informazioni preferite.

Novità anche per il Passo Medio regolato su pendenza. In discesa o in salita, i runner possono ora contare anche sul dato di velocità equivalente su terreno pianeggiante, Indicazione utile a rendere più semplice mantenere uniforme lo sforzo su diverse superfici.

Per le attività più intense, nel profilo Ultrarun è ora disponibile Auto rest, Durante l’attività gli sportwatch tracciano automaticamente il tempo trascorso in una base vita, un punto di soccorso o in un checkpoint, senza dover mettere in pausa l’attività di corsa manualmente. La funzione torna utile per un’analisi più accurata sia durante sia dopo una gara.

Un’altra novità riguarda la navigazione al polso. Rivolta soprattutto agli appassionati di trail running, NextFork permette di visualizzare la distanza dal prossimo bivio e i nomi dei sentieri.

Non solo corsa

Nelgi aggiornamenti Garmin ci sono poi alcune funzioni dedicate a discipline particolari, diverse da quelle legate alla corsa. A partire da Backcountry snowboard. Un profilo con metriche specifiche per la salita e la discesa, registrabili in maniera distinta.

Infine, agli appassionati di un’altra particolare disciplina si rivolge invece Profilo Disc golf, grazie al quale tracciare le statistiche inerenti il disc golf, pratica  sportiva con regole molto simili a quelle del golf tradizionale, ma giocata con il frisbee.

Pubblicato il 23/11/2022


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: