Colore e non solo, così Charge 5 rinnoverà il concetto di tracker






Diverse le novità previste per Charge 5, il tracker Fitbit atteso ormai da qualche tempo, a partire dallo schermo a colori

Tra le novità Fitbit attese in ordine di tempo, Charge 5 è tra le più attese, per vedere se confermerà la capacità di cambiare le regole del settore. Andate deluse le attese per la scorsa primavera, la sorta di via di mezzo tra tracker e smartwatch vero e proprio resta uno dei punti fermi nella strategia del marchio acquisito da Google. Una interpretazione di wearable capace di ritagliarsi uno spazio proprio.

L’avvento del GPS sul Charge 4 ha infatti segnato una svolta in una categoria in precedenza limitata alle funzioni di base. Inoltre, lo schermo di buone dimensioni, ma sempre promozionato alla larghezza del cinturino ha favorito un certo successo.

Ora la sfida è andare oltre. A differenza di Apple, solitamente Fitbit ama meno lasciar trapelare anticipazioni. Tuttavia, qualche dettaglio e alcuni orientamenti si possono già azzardare.  

Dopo il GPS, è il momento del colore

Dando per scontata la conferma del GPS, guardando alle linee sembra lecito attendersi una conferma ad addolcire le curve in favore di forme più arrotondate. Più o meno quanto successo negli anni anche con Versa e il più recente Luxe.

Conoscendo le politiche del marchio, si può inoltre dare quasi per certa un ulteriore allargamento nella gamma dei materiali e dei colori per i cinturini, soprattutto aumentando la scelta alle alternative al silicone, a partire da cuoio e metalli.

Molto probabile inoltre, un passo avanti anche per il display. Sulla scia di Luxe, è auspicabile vedere lo schermo AMOLED a colori impiegato anche su Charge 5. Nel caso, un nuovo importante salto di qualità per l’intera categoria.

Più regolare e prevedibile l’evoluzione sul fronte delle funzionalità. Fitbit è costantemente impegnata a sviluppare uno dei propri punti di forza storici, la raccolta e l’analisi dei dati. Ci si può quindi aspettare maggiore precisione in funzioni come la valutazione dello stress, l’analisi della respirazione o del sonno, con relativi consigli ed esercizi. Conseguenza anche di un miglioramento nell’affidabilità dei sensori.

Fitbit Charge 4

La sorpresa Charge 5 può essere l’ECG

Azzardando qualche ipotesi in più, ci si potrebbe spingere anche oltre La natura di Charge è tale per cui possa rivelarsi banco di prova ideale per valutare l’espansione della funzione Fitbit per l’ECG. Al momento limitata a Sense, considerata la potenziale fascia di utenza, ha tutte le carte in regola per rivelarsi una scommessa vincente.

Riguardo tempi e prezzi infine, forse sono i punti sui quali avanzare stime più affidabili. Dedicato a Luxe il primo periodo tradizionale per gli annunci Fitbit, aprile, e considerando dedicato sempre agli smrtwatch l’appuntamento di settembre, molto probabilmente Charge 5 vedrà la luce nella prima parte del 2022. Le indicazioni sul prezzo invece, sono nell’ordine dei 150 euro.


Pubblicato il 6/7/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: