NewsSmartwatch

Le novità di Apple Watch 9 sono tutte in un gesto






Il nuovo chip di Apple Watch 9 permette di aumentare visibilità, potenzialre Siri e introdurre un modo di interazione del tutto inedito

La novità più importante di Apple Watch 9, finalmente diventato ufficiale, probabilmente è proprio la relativa mancanza di novità. Almeno per come era abituata ad annunciare Apple in passato. Complice probabilmente la fredda atmosfera di eventi totalmente online, senza la presenza di un pubblico per quanto consenziente, l’annuncio dei nuovi prodotti perde inevitabilmente almeno parte della carica emotiva.

A dimostrazione di tutto questo, l’aspetto maggiormente sottolineato è l’impatto ambientale dei nuovi smartwatch. In sostanza, il grande annuncio Apple è aver lavorato per rendere totalmente sostenibile il processo produttivo, vale a dire annullare l’impronta intervenendo sui processi produttivi e sfruttando maggiormente materiali riciclati.

Salto di qualità affidto al nuovo chip

A livello di scheda tecnica, le novità non mancano. Resta da vedere quanto potranno effettivamente impattare sul mercato. Con prezzi a partire da 459 euro, Watch 9 si conferma una volta di più un atto di fede nei confronti dell’azienda. Più di ogni altra cosa, la spinta dovrà arrivare dal desiderio di sfoggiare l’ultimo modello.

Sicuramente il nuovo chip S9 SiP garantisce un passo avanti nelle prestazioni, a partire da individuare la posizione con maggiore precisione o sfruttare un display più luminoso, praticamente raddoppiando quella della versione precedente. In più, con la possibilità di variare automaticamente la luminosità a seconda ella luce ambientale.

La rinnovata potenza di calcolo ha permesso anche di ripensare l’utilizzo di Siri. Per le interazioni dove non è necessario l’accesso a Internet, per esempio avviare la registrazione di un’attività fisica, lo smartwatch opera in autonomia. Oppure, permette di ottenere l’analisi dei dati raccolti senza passare dall’app.

Il gesto di Watch 9 che non ti aspetti

Il vero effetto sorpresa però, questa volta è stato affidato a Doppio Tap. Dal punto di vista della tecnologia, sicuramente un’innovazione interessante, da quello pratico tutta da verificare. L’opzione permette invece di sfruttare il  movimento di indice e pollice della mano sul braccio dove è indossato Watch 9 come nuova modalità di controllo.

Doppio tap può essere usato per interrompere un timer, riprodurre e mettere in pausa un brano o posticipare una sveglia. Inoltre, si può usare anche per rispondere e terminare una chiamata o scattare una foto con la relativa app Fotocamera.

L’interpretazione del movimento delle dita elabora dati dall’accelerometro, dal giroscopio e dal sensore del cardiofrequenzimetro ottico usando un nuovo algoritmo di machine learning. Questo, rileva i movimenti unici del polso e i cambiamenti nel flusso sanguigno quando l’utente fa doppio tap con l’indice e il pollice.

Se sarà abbastanza per garantire la continuità in fatto di consensi con i modelli precedenti, è tutto da vedere. Sicuramente, il passato parla in favore di Apple. Il periodo però, non è dei più favorevoli per un settore smartwatch alle prese con il primo vero e proprio calo da quando è diventato popolare.

Più dalle prevedibili code davanti agli Apple Store in occasione del lancio ufficiale, la vera sentenza per Watch 9 arriverà nei mesi successivi, dove a differenza del passato ci sarà anche da fare i conti con una concorrenza sempre più agguerrita e organizzata.

Pubblicato il 13/9/2023


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *