NewsSmartwatch

Pixel Watch 2 è già pronto a rilanciare le ambizioni Google






Probabile l’arrivo a breve di Pixel Watch 2, chiamato a superare i limiti del primo smartwatch Google, a partire dall’autonomia

Tra i maggiori pretendenti nel mondo smartwatch, al momento non si sente parlare molto di Fitbit. Arrivate le novità Samsung, attese a breve quelle Apple, resta la curiosità per il classico rinnovo della gamma di inizio autunno del marchio acquisito da Google. Dal quale potrebbero proprio arrivare invece annunci sul fronte Pixel Watch 2.

Nonostante sia uno degli arrivi più recenti, in particolare in Europa, aumentano le voci su un probabile sviluppo già nei prossimi mesi. Addirittura, si parla di un arrivo entro la fine dell’anno.

La falsa partenza di Pixel Watch

A conto fatti, la grande attesa creata intorno al primo smartwatch ufficiale Google, non ha trovato risconti nella pratica. Invece della perfetta combinazione con Wear OS, si è semmai rivelato un wearable piuttosto limitato, a partire da un consumo molto più vicino a quello di Apple Watch rispetto agli altri dispositivi Android. In pratica, arrivando con fatica a fine giornata.

Un primo importante passo, sarà il passaggio a un nuovo processore. Dal Samsung’s Exynos 9110 al più recente Qualcomm Snapdragon W5+. Finora utilizzato solo sul Mobvoi TicWatch Pro 5, i cui risultati sono decisamente incoraggianti.

Sul fronte delle funzioni invece, l’influenza Fitbit è destinata a farsi sentire senza più remore. Sensori e relative analisi di Pixel Watch 2 attingeranno abbondantemente dai più recenti Versa e Sense. Si parla quindi di rilevamento della temperatura corporea, anche se presumibilmente non in continuo ma legato all’analisi del sonno.

Un altro intervento probabile riguarda i materiali della cassa. Fermo restando il particolare effetto del vetro incurvato a superare la necessità di una corona perimetrale, la parte sottostante abbandonerà l’acciaio per passare a un più leggero e piacevole alluminio.

C’è anche un’altra valutazione al riguardo. Il costo della prima versione dello smartwatch Google si è rivelata un ostacolo. Questa, viene indicata come una delle soluzioni per abbassarlo.

Poche certezze e tante speranze

Dopodichè, dalle certezze, o quasi, si può passare alle ipotesi. Per esempio, la dimensione unica per la cassa è display rischia di diventare un altro limite. Offrire una scelta tra almeno due misure aumenta sicuramente l’interesse. Nel contempo, contribuendo a mantenere le differenze rispetto all’offerta Fitbit.

Sul fronte dei sensori, il discorso è più delicato. Forme a parte, il rischio di creare un doppione di un Fitbit Sense 2 rotondo invece di quadrato, è concreto. D’altra parte, su uno smartwatch ambizioso funzioni come ECG sono ormai la regola, e non sfruttare le competenze in casa avrebbe poco senso.

La questione semmai, è cercare di aggiungere qualcosa in grado di segnare una differenza marcata. Se Fitbit guarda più alla salute e al benessere, una potenziale via per Pixel Watch 2 può essere quella della versatilità e dell’integrazione, a partire dagli auricolari coordinati.

Oppure, inseguire un’impronta maggiormente orientata allo sport, dove i Versa non vanno oltre il compito essenziale. Una organizzazione più ispirata a Garmin aiuterebbe a trovare una propria identità, con un design più discreto per il resto della giornata.

Dubbi e attese destinate a durare ancora qualche mese. Pixel Watch 2 arriverà quasi certamente entro la fine dell’anno. Ottobre è il mese indicato anche per il rinnovo della gamma Pixel 8 di smartphone. Un’occasione perfetta per rilanciare le proprie ambizioni di marchio poliedrico anche quando si parla di hardware. Si spera, anche sul mercato italiano per via diretta, senza dove rpiù passare per venditori esteri. 

Pubblicato il 1/8/2023


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *