NewsSmartwatch

Sarà un Apple Watch 9 di transizione, con poche novità






In attesa del vero passaggio generazionale previsto per il 2024, Apple Watch 9 vedrà interventi su software e GPS

A un paio di mesi di distanza o poco più dal lancio di Watch 9, si può iniziara ad avanzare ipotesi e raccogliere anticipazioni sulla nuova versione dello smartwatch Apple. Al momento, una delle maggiori certezze riguarda proprio la data. Settembre è infatti ormai da diversi anni il momento in viene presentato il nuovo modello e anche per il 2023 non c’è ragione per fare diversamente. Per la precisione, le date indicate come le più probabili sono il 6 o il 12 settembre.

L’attesa è soprattutto per due dei tre modelli. Dato per scontato l’aggiornamento della versione tradizionale, e meno probabile quello per Watch SE, quasi sicuramente rinviato al 2024, anche l’ultimo arrivato Ultra sarà oggetto di un tagliando dopo il primo anno di vita.

Invariato, Watch 9, cresce Ultra

Non sono attesi interventi sostanziali al design. Attesi già da u paio di anni, sembrano dover attendere ancora almeno un anno. Semmai, qualche ritocco a Watch Ultra, con la probabilità di vedere ulteriormente aumentata la dimensione del display, da 1,9” a 2,1”.

Fino a qualche tempo fa, lo stesso destino sembrava accomunare anche la versione base. Apple però, ha deciso di rimandare  di un anno, in attesa di un rinnovamento più importante dello smartwatch. Il 2024 vedrà infatti un vero e proprio salto generazionale.

Una novità interessante è invece attesa sul fronte produttivo. Apple risulta intenzionata a utilizzare la stampa 3D per realizzare alcuni elementi in titanio. Una soluzione pensata per gestire meglio costi e tempi di produzione.

Costruito per ottenere il meglio da watchOS 10

Watch 9 sarà in ogni caso il primo importante banco di prova per watchOS 10. Presentato poche settimane fa, permetterà di valutare più da vicino gli interventi su interfaccia e gestione dei widget. Non a caso, la disponibilità ufficiale è prevista nello stesso periodo di lancio dello smartwatch.

Per il resto, si può solo azzardare delle ipotesi. Il più volte annunciato sensore per rilevare i livelli di glucosio nel sangue difficilmente arriverà quest’anno. La messa a punto sta richiedendo più tempo del previsto. In ogni caso, la concorrenza non è in una situazione migliore, per cui non è necessario accelerare i tempi. Qualche probabilità in più di vedere invece un sensore EDA, per migliorare l’accuratezza nel misurare valori come il livello di stress.

Poche le probabilità, se non minime, di vedere i nuovi display MicroLED, ancora da perfezionare. Qualche possibilità in più, di estendere a Watch 9 la modalità duale per il sistema di localizzazione satellitare.

Quasi certamente invece, aumenteranno i prezzi. Non c’è infatti ragione di dubitare a un’inversione di rotta rispetto al passato. Indicativamente, l’aumento medio di una cinquantina di euro sarà rispettato, arrivando intorno ai 450 euro, almeno.

Pubblicato il 18/7/2023


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *