In moto la compagnia Liberty Rider è la più sicura






Collegata al GPS e ai sensori dello smartphone, Liberty Rider accompagna i viaggi in moto e in caso di incidenti chiama i soccorsi

Il potenziale in materia di sicurezza dei dispositivi wearable e delle relative app è un tema tra i più interessanti che sta emergendo nel settore. Rilanciato in grande stile da Apple in occasione dei recenti annunci i iPhone e Watch, diventa terreno ideale anche per Liberty Rider, applicazione per smartphone in grado di rilevare un incidente motociclistico e inviare autonomamente una chiamata di emergenza ai soccorsi.

Come facile intuire, il motociclista rientra infatti fra gli utenti deboli della strada, esposto a molti più rischi rispetto a un automobilista o al traffico commerciale. A livello europeo le moto rappresentano complessivamente il 2% del traffico ma ogni anno pesano sul computo delle vittime della strada per il 20%. Dato confermato anche in Italia, dove secondo i dati ACI-ISTAT 2020, i motociclisti sono coinvolti in oltre il 20% degli incidenti stradali ogni anno. Aspetto ancora più problematico, spesso si parla di strade isolate, dove i soccorsi impiegano più tempo per arrivare.

Un aiuto sempre a portata di app

Da qui l’idea Liberty Rider di offrire il proprio supporto. Sfruttando i sensori presenti in genere dello smartphone, in particolare il GPS con la relativa traccia, rileva un possibile incidente e allerta i soccorsi inoltrando una chiamata automatica.

La gestione è in capo a una struttura dedicata creata dal Gruppo assicurativo francese IMA, presente in Italia con la filiale IMA Italia Assistance, il cui compito è di attivare i soccorsi nel caso in cui il motociclista non rassicuri l’operatore sulle proprie buone condizioni di salute, o non risponda alla chiamata.

In caso di potenziale allarme, il centro assistenza di IMA Italia Assistance chiamerà infatti tre volte il cellulare dove è stata rilevata la caduta. In caso di mancata risposta i soccorsi partiranno automaticamente e in pochi minuti dalla prima chiamata.

Il sistema entra in funzione con l’avvio del percorso all’interno dell’app e si interrompe alla fine. Tuttavia, è in grado di rilevare interruzioni intermedie, come la classica pausa caffè.

Compagno di viaggio sicuro

Liberty Rider è sostanza un sistema GPS, pensato da motociclisti e per i motociclisti. Con diverse altre  informazioni utili. Oltre a un sistema di navigazione autonomo e dedicato, in grado di segnalare le curve più pericolose, registra i percorsi e archivia le foto scattate durante la giornata in moto. Una sorta di Strava per motociclisti.

Se abilitata, una funzione manda a un numero prestabilito un SMS all’inizio e alla fine del giro in moto. È anche possibile attivare il monitoraggio in tempo reale della posizione, da condividere per rassicurare chi rimane a casa.

Liberty Rider è gratuita e disponibile sia per Android sia per Apple. Per attivare la funzionalità di E-Call è previsto un piano proprietario da 3,99 euro al mese. Invece, attraverso IMA Italia Assistance, il costo dell’abbonamento di Emergency call è incluso nell’offerta di assistenza al veicolo.

Pubblicato il 15/9/2022


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: