L’idea Xiaomi di Mi Band X per un sorpasso in curva






Xiaomi al lavoro su Mi Band X, progetto in fase avanzata per uno smartwatch con display curvo a 360°, occupando l’intera superficie del cinturino

Non è il prezzo l’unico campo sul quale Xiaomi intende confrontarsi con i propri rivali. La volontà di dimostrare come sia possibile combinarlo a prodotti di qualità e tecnologicamente evoluti prova ora a fare un importante balzo in avanti con Mi Band X, innovativo progetto di smartwatch con display ricurvo.

Nell’occasione, l’azienda si spinge oltre. Secondo alcune rivelazioni infatti, è ormai prossima la presentazione di un modello a 360°, vale a dire con uno schermo a coprire anche l’intera area del cinturino, e bloccata da una chiusura magnetica.

Lo smartwatch con display curvo di Nubia

Schermo a tutto tondo

Per la precisione, il settore individuato è quello del dispositivo ibrido tra smartwatch e tracker, al momento ancora poco affollato, ma con segnali interessanti dal mercato. Un settore dove per ora presidiato soprattutto da Fitbit con il Charge 4.

L’anticipazione è riportata da Equal Leaks su Twitter, supportata da immagini di una presentazione interna durante la quale viene chiaramente illustrato il progetto Mi Band X, ripreso dal sito russo PC News. Anche se non ci sono indicazioni su una potenziale data, lo stato di avanzamento del progetto appare evidente. Al punto da ipotizzare un arrivo sul mercato per il prossimo anno.

Lo smartwatch con display curvo Amazfit X

Idea da perfezionare rilanciare

Le potenziali applicazioni di un display curvo al mondo degli smartwatch non è una novità. La stessa Xiaomi in passato ha già provato a sondare il terreno attraverso Huami. Il nome stesso Amazfit X, è un chiaro riferimento alla continuità del progetto.

Un successo certamente inferiore alle attese, con una soluzione tuttavia  dal potenziale limitato. Lo schermo ricurvo viene infatti utilizzato solo in parte, per assecondare le forme del polso. Nel caso di Mi Band X, si può parlar invece di vera e propria svolta, anche se gli interrogativi non mancano.

Viene infatti da chiedersi quale possa essere la reale utilità di un display a 360°, oltre alle prevedibili ripercussioni su autonomia e resistenza del wearable. Senza trascurare la praticità. Al momento infatti, la prospettiva è un sistema piuttosto rigido nell’insieme, quindi non necessariamente comodo da indossare giorno e notte.

Non a caso, anche il tentativo di Nubia, con un modello di smartwatch dal display curvo ma dalle forme più squadrate, non ha raccolto particolari consensi.


Pubblicato il 4/8/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: