L’obiettivo DJI FPV è far volare alto qualità e sicurezza






Il nuovo drone DJI FPV combina nuove soluzioni per riprese di altà qualità 4K e la sicurezza di un dispositivo destinato a piloti esigenti

L’emozione di guidare un drone e raccogliere immagini da punti di vista suggestivi si scontra spesso con la dura realtà di riuscire a gestirlo secondo le aspettative. Una situazione alla quale prova a porre rimedio DJI con il nuovo FPV abbinato agli strumenti GoCamera.

Prima di tutto, partendo da un drone già assemblato e pronto al volo. DJI FPV si presenta infatti con un design aerodinamico rinnovato e una serie di caratteristiche inteessanti, a partire dal sistema di trasmissione video O3 – OcuSync 3.0. Inoltre, l’ottica da 150° è in grado di riprendere  video in 4K. A supporto delle riprese, anche  uno stabilizzazione RockSteady EIS considerato più efficace, e per finire una serie di sistemi di sicurezza indispensabili per difendere il proprio investimento.

Sicuro di volare

In particolare, è stato inserito un freno d’emergenza per volo stazionario. Delle luci ausiliarie aumentano inoltre la visibilità del drone, mentre un sensore di visione aiuta a rilevare gli ostacoli. Infine, un sistema di trasmissione automatica dipendente, intende rassicurare anche i meno esperti durante i primi approcci con il volo.

Tre le modalità di volo disponibili. Per chi ha già dimestichezza con il marchio, la Modalità S combina volo manuale con la dimestichezza acquisita in precedenti droni DJI. Per i nuovi piloti è stata invece approntata la Modalità N, con comandi standard e funzioni di sicurezza sempre attive a partire dal rilevamento degli ostacoli. Per chi vuole invece mantenere sempre il controllo completo e inseguire sempre un tocco personalizzato, è a disposizione la Modalità M.

Interessante anche la possibilità introdotta sul  controller di movimento per manovrare il drone seguendo i movimenti naturali della mano. Insieme alla possibilità di scegliere il colore delle luci sui bracci, la prospettiva di una sistema totalmente personalizzato.

Prima, durante e dopo, il supporto delle app

Soprattutto per chi è alle prime armi, il timore di danni irreparabili è spesso un freno durante i primi decolli. DJV FPV viene in soccorso anche di questo attraverso l’app Virtual Flight, grazie alla quale ci si può esercitare prima di sperimentare sul campo. Gli scenari realistici proposti aiutano a prendere la mano col drone, abbattendo i rischi.

Un’altra app invece, Fly, permette di  riprodurre il punto di vista live del visore direttamente sullo smartphone utilizzando cavo dati, riprodurre filmati in playback o modificare e condividere un lavoro.

Al prezzo di 1.349 euro, GoCamera, propone DJI FPV in abbinamento al Bonus Volare Facile. Una serie di opzioni a supporto per ogni fase di utilizzo, dai video corsi per imparare le nozioni di base, alla messa a punto delle tecniche di ripresa, fino al supporto per le fasi di video editing.


Pubblicato il 3/3/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: