Il cuore Samsung di Livmor Halo+ è tutta salute






Sfruttando gli smartwatch Samsung, il sistema Livmor Halo+ ottiene la certificazione USA come strumento medico per problemi cardiaci

Per quanti sforzi riescano a mettere in campo i principali produttori di smartwatch, un vero e proprio dispositivo di livello medico è ancora lontano. L’affidabilità dei valori sanitari forniti da i vari Watch, Fitbit, Huawei e via dicendo, resta infatti puramente indicativa. Una situazione pronta però a cambiare grazie a Livmor Halo+.

Dietro alla soluzione della società texana infatti, non si può inoltre ignorare la presenza di Samsung. Pretendente dichiarato al mondo smartwatch, anche se finora con risultati non all’altezza del marchio, ha scelto una strada diversa, quella della collaborazione indiretta.

I risultati iniziano a vedersi. Livmor Halo+ AF Detection System infatti, ha ottenuto la certificazione FDA come vero e proprio dispositivo medico. Non a caso, accessibile solo su prescrizione.

Un cuore Samsung per Livmor Halo+

In pratica, questo significa sensori e algoritmi di livello superiore. Capaci cioè di passare da valori indicativi a dati affidabili, paragonabili a quelli forniti dagli strumenti in uso in ambulatori e ospedali.

Livmor Halo+ è utile soprattutto nell’individuare sintomi di fibrillazione atriale. Uno dei tanti temi sottolineati da Apple per le caratteristiche di Watch, in questo caso si può considerare a tutti gli effetti totalmente affidabile. Un monitoraggio continuo in grado di fornire agli specialisti indicazioni reali sullo stato di salute del paziente.

La natura stessa degli smartwatch è un alleato prezioso in questa attività di prevenzione contro i problemi cardiaci. La possibilità di tenerli al polso giorno enotte senza influire sulle abitudini del paziente, combinata all’affidabilità dei rilevamenti, permette di tracciare un quadro completo sulla salute dell’utente. Non legato cioè, solo al momento della misurazione in presenza del medico.

Occhio attento alle questioni di cuore

Il traguardo raggiunto da Livmor Halo è conseguenza di uno studio sperimentale condotto su 269 pazienti. Il wearable Samsung registra un segnale PPG (la misurazione del sistema nervoso autonomo, responsabile del controllo di funzioni come battito cardiaco, respirazione e digestione), in combinazione con un ECG.

La procedura comunemente utilizzata in ambito medico per valutare lo stato di salute del cuore, viene quindi validata prima da un algoritmo sul tablet in dotazione al paziente e subito dopo da tecnici specializzati, prima di confrontarla con i dati elaborati dal sistema messo a punto dall’azienda.

Incoraggianti i risultati. È stato infatti individuato in modo corretto il 100% dei soggetti con problemi di fibrillazione atriale e il 93% di quelli senza.


Pubblicato il: 22 Ottobre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.