Anche Huami se la prende a cuore, con Amazfit Verge 2






Il nuovo smartwatch, completo di eSim e configurazione di fascia alta, è uno dei primi veri concorrenti Apple per le funzioni ECG

La prima vera sfida ad Apple sul fronte ECG arriva dalla Cina ed è opera di Huami. L’azienda dell’orbita Xiaomi ha infatti annunciato Amazfit Verge 2, progetto ambizioso anche per fascia di mercato.

Huami però, non si limita a eguagliare la fuzione di Watch certificata anche in Europa ormai da qualche mese, Intende infatti spingersi subito oltre, integrando prima di tutto una eSim nello smartwatch, in modo da renderlo del tutto indipendente dallo smartphone e rilanciando con un chip dedicato e sviluppato in casa, con funzioni di intelligenza artificiale, a vantaggio di un rilevamento ECG più preciso.

Salute prima di tutto

 Di conseguenza, Amazfit Verge 2 è in grado di rilevare aritmie e valutare il rischio di fibrillazioni atriali, analizzando e memorizzando rilevamenti di un’ora fino a una settimana. Già compatibile con i servizi di tutti gli operatori del mercato di lancio, la Cina naturalmente, significa non solo poter gestire in via autonoma chiamate e messaggi, ma in prospettiva anche poter inviare segnali di allarme in caso di rischio per la salute.

Dal punto di vista delle funzionalità, l’attenzione Huami resta comunque concentrata sull’attività fisica. Quindi, monitoraggio automatico di dieci discipline. Dalle classiche corsa, bicicletta e trekking, al quelle indoor più richieste, compreso tapis roulant ed ellittica.

Tutto compreso

Il design conferma il display AMOLED rotondo dei predecessori, con un  diametro di 1,39”. Oltre al Bluetooth, in linea con le ambizioni di confronto ad alto livello, integrati anche GPS, NFC e Wi-Fi. Di serie anche il microfono, pronto quindi per i comandi vocali.

Senza rischi la scelta del microprocessore Qualcomm Snapdragon Wear 2500, chiamato a gestire anche  i 4 GB di memoria integrata, supportato da una batteria da 420 mHa. Secondo Huami, abbastanza da arrivare a fine giornata.

In pratica, considerando i livelli di autonomia dei rivali, il vero punto di domanda per reggere il confronto. Per verificarlo tuttavia, sarà necessario attendere ancora qualche mese. L’arrivo in Europa di Amazfit Verge 2 è previsto per l’ultima parte dell’anno. Proposto anche in versione senza ECG, con buona probabilità il prezzo non supererà comunque i 200 euro.

Pubblicato il: 14 Giugno 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.