Tra portafoglio e smartphone, Volterman trova posto solo per sicurezza e versatilità

L’azienda statunitense trasforma un semplice accessorio in perfetto complemento per la vita digitale

In una ipotetica graduatoria delle cose che una persona non vorrebbe perdere, probabilmente l’unico oggetto in grado di competere con il portafoglio è lo smartphone. Mettendo insieme le due cose però, è possibile aumentare la sicurezza di averli entrambi con sè. L’idea non del tutto scontata è venuta a Volterman, pronta a sviluppare un progetto tra i più seguiti nelle piattaforme di crowdfunding.

L’abbinamento portafoglio-smartphone sfocia in una sorta di controllo incrociato, con il dispositivo pronto a segnalare ogni anomalia o situazione a rischio. Il progetto prevede di integrare tra le cuciture di cuoio e tessuto, elementi smart. Aspetto fondamentale, il tutto in forma estremamente ridotta per ingombri, ma altamente tecnologica. Basti infatti pensare come tra i vari modelli dal porta carte di credito fino al portadocumenti, ci sia spazio anche per un power bank, senza andare oltre i 150 grammi del modello più grande.

Il cuore del progetto è però molto più dinamico. Una volta abbinato via Bluetooth all’app, lo smartphone si trasforma praticamente in guardia del corpo. Nel momento in cui la distanza tra i due supera un certo limite, si attiva un allarme sonoro.

Già questo può sembrare un ottimo traguardo per non perdere di vista gli effetti personali e al tempo stesso non doverli avere sotto’occhio in ogni momento. Basti pensare a cosa vuol dire potersi gustare una consumazione al tavolino di un bar senza dover tenere costantemente sott’occhio il portafoglio.

Una funzione tuttavia non esclusiva, destinata a diventare tale grazie all’integrazione anche di un GPS. Da questo, fino alla durata della batteria, in pratica è possibile sapere in ogni momento la posizione esatta. Per esempio, distinguere tra possibile furto nel caso sia in movimento o smarrimento quando individuato in una posizione stabile. Ai progettisti Volterman tuttavia anche questo non era abbastanza a scongiurare ogni rischio. Hanno quindi trovato spazio anche per una microcamera attivabile a distanza e grazie alla quale identificare l’autore di un possibile furto.

In questa sorta di perfetto complemento dello smartphone c’è ancora dell’altro. Oltre a 64 GB di spazio di memoria, si  è pensato di introdurre in hotspot Wi-Fi. L’azienda garantisce, almeno negli USA, costi di connessione in roaming tra volte inferiori alla media del mercato.

Così come tutto sommato si presentano ragionevoli i prezzi. Il porta carte di credito viene infatti proposto ancora per qualche tempo a 109 dollari. 154 dollari sono richiesti per il portafoglio tradizionale e 179 dollari per quello più grande con apertura in verticale.

Pubblicato il: 26 gennaio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.