AudioNews

Zen Air Pro e Zen Air Plus, la coppia sempre pronta ad ascoltare






Bassa latenza e livelli diversi di cancellazione attiva del rumore nei nuovi auricolari total wireless Creative Zen Air Pro e Zen Air Plus

Il rinnovo dell’offerta creative di auricolari total wireless passa per le due varianti Zen Air Pro e Zen Air Plus, simili per aspetto e modalità di utilizzo, ma con alcune differenze a livello di configurazione rivolte ai più attenti alla qualità di ascolto e alle condizioni d’uso.

Per entrambi, aspetti ormai irrinunciabili quando si parla di auricolari in-ear. A partire dalla modalità LE Audio con codec LC3 e driver dinamici da 10 mm, ma soprattutto la cancellazione attiva del rumore ibrida, in grado di adattarsi alle diverse situazioni di utilizzo.

Qualità senza disturbi

L’opzione Bluetooth LE Audio permette di aumentare la frequenza nella trasmissione dei dati con il dispositivo di riproduzione, riducendo al tempo stesso il fabbisogno di energia. In pratica, significa poter contare su un ascolto migliore in termini di resa sonora, aumentando al tempo stesso anche l’autonomia. In più, la possibilità meno scontata di condividere l’audio senza interruzioni con un numero illimitato di dispositivi compatibili.

Ormai indispensabile su dispositivi di questo tipo, la cancellazione del rumore in modalità attiva, importante per decidere quando potersi immergere nell’ascolto delle canzoni preferite o rimanere invece consapevoli dell’ambiente circostante.

Video e rumore fanno la differenza

Zen Air Pro e Zen Air Plus sono praticamente simili sul fronte dell’autonomia. Mentre per i primi la dichiarazione Creative è i 33 ore, compresa la riserva di energia garantita dalla custodia, i secondi si fermano a un’ora di distanza. La versione Pro però, può contare anche su una Modalità Ultra-Low Latency attivabile dall’app, utile per sincronizzare audio e video, riducendo la latenza  un valore intorno ai 20 ms, importante soprattutto durante la visualizzazione di video o l’uso di videogiochi.

La differenza più importante è da cercare sull’itegrazione della cancellazione del rumore. Zen Air Pro, utilizza sei microfoni,  quattro dei quali per rilevare e filtrare il rumore di fondo con ANC attivo e due per comunicazioni volcai. In questo caso, l’algoritmo costruito su principi di intelligenza artificiale, migliora la resa sonora durante le chiamate portando a un livello superiore la riduzione dei rumori di fondo indesiderati.

D’altra parte, anche i Zen Air Plus impiegano sei microfoni, e garantiscono la riduzione dei di rumori di fondo indesiderati, senza spingersi tuttavia a livelli estremi, non necessariamente indispensabili, a seconda dell’uso.

Sul fronte prezzi, Creative conferma la capacità di trovare un ottimo compromesso tra prezzo e prestazioni. Zen Air Plus costano infatti 59,99 euro, mentre per i Zen Air Pro è sufficiente aggiungere dieci euro.

Pubblicato il 13/12/2023


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *