NewsSaluteSmartwatch

Sotto le lancette ScanWatch Nova batte un cuore digitale






La nuova variante Withings di smartwatch ibrido ScanWatch Nova cresce con EGC e sensore per temperatura, ma senza GPS

La categoria degli smartwatch ibridi resta sostanzialmente un settore di nicchia. Una scelta di pochi utenti, ma fedele nel tempo. A loro, Withings rivolge prima di tutti la novità ScanWatch Nova. Il prossimo modello della linea con aspetto classico di orologio tradizionale, al cui interno però è integrato un piccolo display digitale.

L’elemento caratteristico del marchio francese, utilizzato per offrire il potenziale degli strumenti digitali e relativi sensori, senza sostanzialmente intaccare l’estetica classica di uno smartwatch come inteso comunemente.

In realtà, ScanWatch  Nova conferma la strategia di un concetto di ibrido un po’ limitato. Solitamente, si parla infatti di modelli con display digitale a totale copertura del quadrante, con applicate lancette meccaniche. In ogni caso, un elemento distintivo sempre utile per attirare l’attenzione.

La salute fa la differenza

Anche perché dal punto di vista estetico, le novità non si possono considerare rivoluzionarie. L’evoluzione della parte digitale è praticamente tutta all’interno, grazie a nuovi sensori e relative funzioni. Per buona parte, orientate alla salute.

Al corredo scontato di lettura della frequenza cardiaca, livello di ossigeno nel sangue e parametri giornalieri sul movimento, ScanWatch Nova aggiunge due funzioni meno scontate, ma ormai indispensabili per ambire all’utenza di fascia alta.

Lo smartwatch ibrido Withings integra infatti il sensore per la temperatura corporea. Opzione utile a individuare per tempo sintomi di malesseri, la cui utilità è venuta prepotentemente alla ribalta con la recente pandemia.

Soprattutto però, ScanWatch Nova si aggiunge ai pochi marchi in grado di eseguire un ECG in qualsiasi situazione, su richiesta. La vera novità, garantita con certificazione di livello medico, associata all’utilizzo di Withings Monitor.

Lo smartwatch nascosto sotto l’orologio

Un interessante passo avanti nel settore, anche se viene difficile pensare possa essere sufficiente per competere con i marchi più noti, a partire da Apple, Fitbit e Samsung. Più verosimilmente, una ragione in più per consolidare il proprio bacino di utenza e conquistare qualche nuovo cliente tra gli irriducibili dell’orologio tradizionale.

L’attenzione di Withings per la salute viene quindi ribadita con ScanWatch Nova. A un livello tale però, da trascurare altre opzioni importanti per uno smartwatch. Funzioni come il tracciamento dell’attività fisica passano quasi in secondo piano, e non a caso il wearable è privo di GPS.

In compenso, le dimensioni contenute del display OLED a livelli di grigio permettono di raggiungere un’autonomia dichiarata di trenta giorni, mentre il prezzo resta invece su livelli medio alti. La prenotazione per consegne a partire da febbraio prevede infatti una spesa di 599,99 euro.

Pubblicato il 6/12/2023


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *