AudioNews

I nuovi AirPods aiuteranno a sentirsi meglio






Nella nuova versione degli AirPods, forse già quest’anno, Apple inserirà inedite funzioni per udito e salute

La nuova generazione di AirPods, presumibilmente in arrivo già a settembre, o al più tardi il prossimo anno, segnerà una svolta importante nel modo di concepire gli auricolari total wireless, e non solo per Apple.

Sembra infatti ormai arrivato il momento di assistere al debutto delle funzioni legate alla salute. Qualcosa di molto simile a quanto avvenuto a suo tempo con gli smartwatch. Anche se in arco di tempo più breve, passati presto da semplice telecomando dello smartphone a dispositivo autonomo con una propria identità

L’anticipazione arriva ancora una volta da Mark Gurman, sempre molto attento e preciso sugli aggiornamenti di casa Apple. Non sarà inoltre l’unica novità, perché ci sarà anche un cambiamento per verti versi storico. Sui nuovi AirPods debutterà la connessione USB-C. Prima di ogni altra cosa, l’allineamento alle indicazioni dell’UE sullo standard unico per il caricamento dei dispositivi elettronici.

Voglia di sentirci meglio

Presumibilmente però, l’attenzione sarà rivolta soprattutto alle nuove funzioni. Per rilevare diversi parametri vitali, l’orecchio è una fonte molto affidabile. Spesso, più del polso.

Per esempio, è possibile eseguire prima di tutto dei semplici test sull’udito. Attraverso una serie di suoni e motivi musicali predefiniti, Apple intende valutare la presenza di eventuali complicazioni, in maniera non molto diversa da quanto succede con i potenziali sintomi di problemi cardiaci rilevati da Watch.

In caso di necessità, gli auricolari potranno così trasformarsi in un ausilio all’udito. Dal rendere più chiara una conversazione a inquadrare meglio i rumori ambientali.

La svolta salutistica degli AirPods

Inoltre, gli AirdPods saranno in grado di leggere la temperatura corporea, se non già da questa versione comunque a breve. Un discorso facilmente esteso alla frequenza cardiaca. Dati utili per perfezionare le funzioni sulla fertilità, ma anche una semplice influenza, la cui combinazione con le informazioni rilevate da Watch andrà a vantaggio dell’affidabilità.

C’è un ultimo aspetto da considerare in relazione ai nuovi AirPods. Dopo l’annuncio in grande stile del Visual Computing, il cammino di Vision Pro si sta facendo più arduo del previsto già dai primi passi.

Aumentano di conseguenza le possibilità di assistere, già in occasione dell’entrata in commercio del visore Apple, a una versione light, più accessibile. Tra le opzioni, anche l’utilizzo proprio degli auricolari al posto del sistema audio integrato. In una versione opportunamente riveduta e corretta così da integrarsi a dovere con le nuove funzioni.

Pubblicato il 12/7/2023


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *