NewsSaluteSmartwatch

Puntando all’Italia, Pixel Watch è pronto per l’SpO2






Nell’aggiornamento di Pixel Watch c’è il conteggio SpO2, ma soprattutto l’assistente vocale in italiano, segnale di un arrivo ormai prossimo

Tra le funzioni Fitbit ereditate da Google e applicate anche ai propri Pixel Watch, ne manca ancora qualcuna tra le più recenti. Al momento infatti, la stima del livello di ossigeno nel sangue, l’SpO2, resta un’opzione già integrata nei wearable ma non ancora attivata. In ogni caso, a disposizione di un circolo ristretto di utenti, del quale l’Italia non fa parte. Almeno, per il momento

Nell’ultima versione di Pixel Watch. Il sensore SpO2 è stato infatti inserito, resta però in attesa di essere utilizzato da un prossimo aggiornamento del software. La situazione, è finalmente destinata a cambiare.

Pixel Watch pronto per l’SpO2

Dalle pagine ufficiali Google infatti, nella descrizione dell’aggiornamento per i dispositivi Pixel, si mostra chiaramente la sezione Saturazione dell’ossigeno, Oxygen Saturation per la precisione, sul quadrante all’interno della scheda Oggi dello smartwatch

Importante sottolineare, si parla sempre dell’interpretazione Fitbit del valore SpO2. Quindi, non istantaneo, ma calcolato solamente nel contesto del tracciamento del sonno. Esattamente come avviene anche per la temperatura corporea.

Stando alle anticipazioni, oltre al valore saranno anche fornite di regola alcune indicazioni sulle modalità del conteggio e il relativo significato. Naturalmente, senza mai dimenticare come in realtà si tratti di stime senza particolare affidabilità a livello medico.

Pixel Watch pronto per la campagna d’Europa

Non è però l’unica novità di Pixel Watch, e dal punto di vista dell’Italia probabilmente neppure la più importante. Tra le caratteristiche dell’aggiornamento, Google sottolinea la possibilità di gestire Spotify direttamente al polso. Non una novità in senso stretto, nel senso che operazioni simili sono state fatte in passato da Fitbit con altre applicazioni esterne, tuttavia senza riscontri clamorosi.

Inoltre, un’opzione utile agli appassionati di corsa e sport di movimento in generale. Pixel Watch introduce infatti la pausa automatica. In caso di sosta a un semaforo, a una fontanella o semplicemente per prendere fiato, il cronometro si arresta in uatomatico, senza così compromettere il risultato complessivo di una registrazione.

Per chi è veramente interessato a Pixel Watch e vorrebbe averlo al polso senza andare a comprarlo negli USA, la notizia più interessante è però il rilascio di Assistant, l’interfaccia vocale, in altre sei lingue, tra cui l’italiano. Soprattutto, tutti idiomi europei, segnale piuttosto esplicito di un probabile arrivo ormai imminente dello smartwatch Google anche dalle nostre parti. Da non escludere, in occasione del lancio di Pixel Watch 2 atteso per ottobre.

Pubblicato il 14/6/2023


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *