Mi Smart Band 6 NFC punta sul contactless per incassare consensi






Aggiornamento del tracker presentato in primavera, Mi Smart Band 6 NFC, con qualche ritocco e attenzione ai pagamenti contactless

L’ambizione Xiaomi di tenere testa a Apple quanto popolarità, piazzando un evento di lancio prodotti proprio a ridosso dei nuovi iPhone e compagnia, non ha necessariamente prodotto il risultato atteso in termini di riscontri. Anche perché, smartphone a parte, annunci come Mi Smart Band 6 NFC sono da considerarsi in tutt’altra categoria.

Non sarebbe però corretto parlare di insuccesso dell’evento. Si parla infatti di strategie molto diverse tra loro, quasi agli antipodi. Da una parte, una ristretta selezione di prodotti curati in ogni dettaglio, abbastanza da mettere il prezzo in secondo piano.

Dall’altra, emerge anche la volontà di far crescere un’offerta tra le più ampie nel mondo dell’elettronica, dove a fianco di Xiaomi 11, nella circostanza non c’è solo Mi Smart Band6 ma anche Xiaomi Pad 5, Mi Smart Projector 2, Mesh System AX3000, fino al TV Q1E da 55” e addirittura Mi Robot Vacuum-Mop Pro per le pulizie di casa.

Mi Smart Band 6 NFC arriva quasi in sordina

Facile quindi intuire come in tutto questo Mi Smart Band 6 occupi solo un posto secondario. Anche perché in realtà più di un nuovo wearable si tratta di un aggiornamento del modello presentato la scorsa primavera, al quale in sostanza viene aggiunta la funzione NFC.

Su un tracker di questa fascia, di prezzo si di funzioni, un’opzione per nulla scontata. Anche se al momento in Italia non particolarmente apprezzata, utile per un ulteriore impulso ai pagamenti contactless.

La sfida locale fa affidamento sull’accordo Nexi, il principale operatore peri pagamenti elettronici, grazie al quale a breve Xiaomi assicura sarà attivato il servizio.

GPS a parte, funzioni sopra la media

Per il resto, Mi Smart Band 6 NFC conferma le caratteristiche della versione base. Display A MOLED da 1,56″ a colori in una cassa dalle forme allungate con una marcata curvatura agli estremi. Così come le funzioni di analisi, dall’attività fisica fino al monitoraggio del sonno, completo di SpO2.

Qualche novità anche sul fronte sport, con l’elenco di discipline registrabili allargato e nuove funzioni dedicate a pugilato, ma anche i più tranquilli zumba e pilates. A questo punto però, stona un po’ l’assenza del GPS.

Da tenere in considerazione anche il riconoscimento vocale con Amazon Alexa e la modalità di ricarica magnetica. Finalmente superata cioè, la scomodità di dover togliere il cinturino per accedere alla presa USB.

L’autonomia minima dichiarata da Xiaomi è di sei giorni, mentre il prezzo di 54,99 euro per il Mi Smart Band 6 NFC si avvicina più alla media dei modelli simili.


Pubblicato il 16/9/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: