All’e-reader InkPad Lite manca solo la carta






Compatto, curato nei dettagli e soprattutto ricco di funzioni, InkPad Lite è un e-reader per chi non ama compromessi

L’alternativa nel settore degli e-reader esiste, e guardando alla scheda tecnica di InkPad Lite, merita almeno di essere presa in considerazione.

Il nuovo e-reader di PocketBook si presenta infatti con uno schermo da  9,7”, con la tecnologia E Ink Carta, giunta ormai a livelli  di simulazione della superficie cartacea molto simili all’originale.

Contenuto anche il peso di 369 grammi, nella media di un libro di medie dimensioni, mentre un po’ più pesante è invece il prezzo di 259 Euro, tra i più ambiziosi del settore.

Si parla però di un e-reader completamente ridisegnato all’insegna dell’ergonomia, curato anche nei dettagli con un bordo nero a incorniciare lo schermo e pulsanti di controllo collocati in una posizione inedita, sul lato destro del pannello. Pensati per rendere InkPad Lite più pratico nelle operazioni come il cambio pagina. Inoltre, un giroscopio rileva l’orientamento dello schermo e semplifica l’utilizzo anche per i mancini.

Tutto il piacere della lettura

Oltre a riprodurre la nitidezza della stampa, con un effetto riposante per gli occhi, tecnologia E Ink Carta permette di ingrandire il testo e mettere da parte gli occhiali.

Rivista anche l’illuminazione. A differenza delle luci frontali tradizionali, la tecnologia SMARTlight è pensata per regolare luminosità dello schermo e temperatura di colore creando modelli personalizzati. In alternativa la modalità automatica cambia le impostazioni in base all’ora del giorno.

Sono in totale 19 i formati libro supportati, ai quali si aggiungono quattro  formati grafici InkPad Lite utili per prendere appunti, creare segnalibri, sottolineare e salvare parti essenziali del testo, oltre a utilizzare un dizionario installato direttamente sul dispositivo, disponibile anche offline.

I compiti di sincronizzare sono affidati a PocketBook Cloud e all’app PocketBook Reader, mentre i servizi DropBox e Send-to-PocketBook assieme al Wi-Fi incorporato permettono di trasferire libri a InkPad Lite in pochi clic.


Pubblicato il

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: