Con Mymo ai piedi, la scarpa da running è sempre quella giusta






Il sensore Mymo analizza i parametri personali della corsa per trovare il modello più adatto alle proprie caratteristiche e gusti

Per un runner, trovare la scarpa giusta è un passaggio cruciale, e non solo per le prestazioni. Usando una calzatura non in linea con le caratteristiche anatomiche del proprio piede e dello stile di corsa, il rischio di infortuni aumenta.

Spesso, la scelta avviene ancora in base ai gusto o ai consigli di amici, in genere con caratteristiche diverse. Per chi non vuole affrontare costi e tempi di una visita specializzata, Mymo rappresenta una valida alternativa.

Il sensore messo a punto dall’azienda inglese è infatti in grado di analizzare anatomia e stile di corsa, arrivando quindi a trovare il modello di scarpe più in linea con il proprio profilo.

A ciascuno la propria scarpa

Altrettanto importante, con la possibilità di ripetere il test ogni volta si desideri, così da avere sempre la situazione sotto controllo ed effettuare eventuali aggiustamenti alla postura.

Frutto dell’esperienza diretta del fondatore dell’azienda, infortunatosi a causa proprio di un paio di scarpe da running sbagliate, Mymo offre anche un’alternativa ai consigli non sempre illuminati dei commessi non necessariamente specializzati di un negozio di articoli sportivi.

L’utilizzo appare piuttosto semplice. Inserito in una sorta di cavigliera in neoprene in dotazione, il sensore si indossa prima su un piede e poi su un altro, eseguendo test separati.

Dopo essere rimasti fermi in piedi giusto il tempo di eseguire la calibrazione, per completare la lettura delle informazioni  è sufficiente una corsa di un minuto su una superficie piana.

Considerata l’indicazione di effettuarla a piedi nudi, si presume anche abbastanza liscia e morbida. Eventualmente, viene considerato affidabile anche un test condotto su tapis-roulant.

Mymo sa tutto sul proprio stile di corsa

In ogni caso, quanto basta a Mymo per ricavare le informazioni necessarie da trasmettere via app al proprio cloud, dove eseguire i calcoli del caso.

L’algoritmo è quindi pronto a restituire una serie di indicazioni su falcata, appoggio del piede, eventuale pronazione, superficie e durata dell’impatto tra piede e terreno.

Sulla base di questo, in modo del tutto indipendente assicura l’azienda, viene stilata la tabella riassuntiva con la relativa indicazione. Si parte dal tipo di calzatura individuata, per entrare quindi nello specifico dei modelli presenti sul mercato.

Qua, c’è comunque spazio per i gusti personali. La procedura può infatti guidare verso il marchio preferito per verificare la presenza di un modello in linea con le richieste e anche il colore.

Tutto questo, a un prezzo tutto sommato interessante. Il listino ufficiale Mymo indica infatti 39,99 sterline, spese di consegna a parte. Sicuramente, molto meno di un test specializzato.

D’altra parte, a prima vista sembra più indicato a chi si appresta ad affrontare seriamente il running per la prima volta. Dove però, si presenta le necessità di una procedura guidata illustrando meglio passaggi e e terminologia tecnica.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.