Creatività italiana per Hallo Magenta, e lo smart speaker dimentica la noia






Nella rinnovata linea Smart Speaker Mini, con Hallo Magenta Deutsche Telekom riduce le dimensioni e gioca la carta della decorazione artistica

Candidati a diventare protagonisti di salotti e cucine, gli smart speaker finora non hanno rivelato grande fantasia in tema di design, restando in genere nell’anonimato. Una carenza alla quale intende rimediare Deutsche Telekom con Hallo Magenta, ultima novità della propria linea Smart Speaker Mini.

Al momento, destinato solo al mercato tedesco. Grazie alla conformità con le norme di sicurezza e privacy europee, pronto ad allargare i proprio orizzonti appena possibile.

Progettato in linea con le funzioni di assistente vocale proprietarie, Hallo Magenta è compatibile con i servizi Amazon Alexa in parallelo, in esecuzione cioè su una connessione non gestita da Deutsche Telekom.

L’aspetto interessante dello smart speaker è però prima di tutto nelle dimensioni decisamente ridotte rispetto agli standard di mercato, In un corpo di 10×8 cm è in grado di controllare apparati compatibili come Magenta TV, Magenta SmartHome per illuminazione, riscaldamento e allarmi, riprodurre musica, radio e audiolibri.

L’arte incontra lo smart speaker

A fare la vera differenza è la personalizzazione. Tre adesivi, ciascuno caratterizzato da un design unico, possono essere applicati sull’altoparlante per renderlo originale. Adesivi applicabili a piacere sulla parte superiore e sul lato degli Smart Speaker Mini, cambiando così completamente l’aspetto.

A garanzia del risultato, Deutsche Telekom non ha esitato a cercare la qualità oltre frontiera. Dietro le grafiche infatti, c’è la creatività italiana. Sotto la direzione artistica di MMG Studio e Vittorio Linfante, i disegni sono infatti stati creati dagli illustratori Silvia Gherra e Roberta Ricciuti.

Il progetto è partito da 25 studenti dei corsi di Moda e Comunicazione della Scuola di Design del Politecnico di Milano, coordinati dalla Professoressa Valeria Iannilli, per selezionare le controculture giovanili di tutti i tempi e luoghi e di sviluppare la propria visione di interni e mobili dandogli un tocco contemporaneo.

Il lavoro è stato anche visualizzato in un video. Sei tra aziende e professionisti del design e della moda sono stati quindi incaricati di progettare gli interventi fisici sul prodotto.

Pubblicato il: 4 Luglio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.