La frenata attesa dei wearable disegna nuovi scenari






In calo per la prima volta, per i wearable il 2020 segnerà l’anno della svolta, mettendo alla prova le scelte del passato. Favorite le funzioni medicali

Dopo un 2019 culmine di una serie di anni in crescita, anche il mondo wearable si trova davanti ai diversi interrogativi sollevati dalle conseguenze dell’emergenza sanitaria Covid-19. Un’attenta analisi dello scenario elaborata da IDTechEx prova a dare alcune interessanti risposte, organizzate per settori.

Prima di tutto, le stime generali. Certamente, il 2019 si è concluso all’insegna dell’ottimismo. Nel corso di un anno infatti, il mercato wearable è cresciuto nel complesso del 19%, per un totale complessivo di 70 miliardi di dollari.

Anche IDTechEx conferma gli hearable nel ruolo di protagonista. Auricolari smart wireless e dispositivi affini hanno infatti aumentato il giro di affari di 4 miliardi di dollari rispetto al 2018.

Solo dopo arrivano i prodotti simbolo, gli smartwatch, comunque saliti di una cifra leggermente inferiore ai 4 miliardi di dollari. L’impatto diventa però superiore se si aggiungono gli 1,3 miliardi di dollari riconducibili alle vendite degli apparati da polso per il monitoraggio dei livelli di glucosio, più di pertinenza però del comparto dei dispositivi medicali.

Un 2019 da record per i wearable, prima della tempesta

 Aspetto più importante, si è trattato della maggiore crescita registrata dal 2015, quando però il picco era dovuto in prevalenza a un mercato ancora agli inizi, quindi con numeri decisamente inferiori e più facili da aumentare.

Con l’arrivo sul mercato di Apple Watch infatti, il 2015 si può considerare il vero anno della svolta per gli smartwatch e di conseguenza i wearable. Quello in cui il gioco ha iniziato a farsi serio, passando da prodotti di nicchia per pochi curiosi a dispositivi di massa.

Poi però, è arrivato l’imprevisto, sotto le sembianze del Covid-19. Dopo un inizio anno ancora una volta improntato all’ottimismo, l’impatto è stato inevitabilmente pesante.

Dalla brusca frenata Covid-19, nuove opportunità

Lockdowon diffusi e distanziamento sociale hanno già prodotto i primi risultati negativi sulle vendite. Le stime IDTechEx per il 2020 prevedono un calo complessivo del 17%.

Ci sono però le premesse perché si possa parlare più di correzione di rotta rispetto a un tracollo diffuso. Se smartwatch, hearable, patch smart, videocamere indossabili e gli altri accessori sono destinati a un ridimensionamento, il settore dei dispositivi destinati al monitoraggio di funzioni medicali è destinato invece a crescere.

Non è da escludere, nel giro di pochi anni destinato a diventare il vero protagonista del settore wearable. Non a caso, gli investimenti dei protagonisti hanno alzato il livello di attenzione.

Per chi negli anni passati si è rivelato lungimirante, un esempio su tutti Fitbit Health Solutions, la prospettiva di aver acquisito un importante vantaggio competitivo. Nel caso specifico, anche la possibilità di incassare meglio le attuali difficoltà nel mercato smartwatch.

Pubblicato il: 19 Giugno 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.