Il mondo hearable si sente sempre in ottima forma






Stime di crescita estremamente positive per il settore hearable. Gli auricolari smart attirano sia i produttori audio storici sia i grandi marchi IT

Anche durante i mesi agitati segnati dall’emergenza sanitaria coronavirus, gli hearable restando saldamente i dispositivi guida del mondo wearable. Almeno, per diffusione.

L’ultimo rapporto Juniper Research conferma infatti stime di crescita importanti per i dispositivi audio smart. Una crescita stimata in 970 milioni di unità entro il 2024. Aspetto importante da ribadire, valutazione confermata a fronte degli sviluppi più recenti della pandemia Covid-19

Un risultato importante, soprattutto di fronte alla previsione per il 2020, dove la società di ricerca prevede la vendita di 260 milioni di prodotti. In pratica, nel giro di cinque anni il settore hearable crescerà del 270%.

Audio e tecnologia unite negli hearable

Questo per due ragioni fondamentali. Da una parte, l’interesse crescente dei produttori del settore audio tradizionale. Aziende come Bose e Sennheiser si stanno infatti interessando al mondo hearable. Partendo da prodotti audio di qualità, aggiungono funzionalità smart per aggiornare i nuovi modelli.

Dall’altra, i marchi del mondo IT impegnati nel percorso opposto. Migliorare cioè la qualità audio di prodotti costruiti sfruttando le tecnologie collegate a smartphone, smartwatch e altri dispositivi.

Un settore ancora ampiamente dominato da Apple con gli AirPods, dove Google e Samsung non hanno intenzione di arrendersi, puntando su aspetti innovativi come intelligenza artificiale e sensori.

L’intelligenza artificiale non fa rumore

In particolare, l’intelligenza artificiale permetterà di raggiungere nuovi livelli nella riduzione del rumore e più in generale nel filtraggio dei suoni. Tra gli obiettivi, perfezionare la capacità di distinguere tra rumori di fondo eliminabili e rumori ambientali, come traffico e sirene, invece da conservare almeno in parte.

Solo da questa funzione, dipenderà una parte importante nelle vendite, stimata in 63 miliardi di dollari, sempre sull’arco temporale dei prossimi cinque anni.

Inoltre, sarà molto interessante seguire gli sviluppi del nuovo approccio audio, con i primi dispositivi a conduzione ossea per la propagazione del suono.

Tutto questo si traduce in un mercato decisamente invitante per gli operatori. Juniper Research parla infatti di vendite pari a 135 miliardi di dollari entro il 2024.

A pagare il prezzo dell’emergenza coronavirus, al momento saranno soprattutto i modelli hearable destinati allo sport. Le minori opportunità di muoversi all’aperto stanno infatti già rallentando in misura pesante le vendite. Nell’anno, si parla di un calo del 20%.

Pubblicato il: 27 Aprile 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.