Quando la memoria non registra più, è il momento di TileRec






Un registratore digitale può rivelarsi molto più utile di quanto possa sembrare, soprattutto se piccolo, affidabile e robusto come TileRec

La quantità di parole dette e ascoltate nel corso di una giornata ha superato di gran lunga la capacità umana di memorizzarle. Anche e soprattutto quando si tratta di quelle invece importanti da ricordare. Per questo, l’utilizzo di un registratore digitale è un’ipotesi da tenere in considerazione. A condizione si tratti di un dispositivo pratico, piccolo e affidabile, come intende rivelarsi TileRec.

L’idea arriva da Atto Digital, azienda da tempo attiva nel settore, arrivata ora a un ulteriore passo in avanti in termini di miniaturizzazione, qualità del suono e affidabilità.

Sempre pronto ad ascoltare

TileRec infatti, è un registratore digitale decisamente minuscolo, grande poco più di un comune smartwatch, ma decisamente più sottile. Certamente, meno ingombrante dello smartphone, capace di svolgere la stesa funzione, ma con decisamente minore qualità.

Punto di forza di un registratore digitale portatile è infatti un sistema dedicato espressamente alla funzione. Quindi, il microfono e il relativo sistema di conversione digitale sono la componente principale, sulla quale naturalmente non bisogna scender a compromessi.

Intorno a questo, Atto Digital ha costruito una proposta a tutti gli effetti interessante. Capace prima di tutto di garantire un’autonomia fino a 24 ore in esercizio, senza intaccare l’autonomia dello smartphone.

Inoltre, con un microfono a 360°, quindi pronto a non perdere nessuna parola di una conversazione o di un convegno difficili da memorizzare per intero.

Grazie all’involucro in alluminio inoltre, la resistenza è ai massimi livelli. Alle cadute e agli urti accidentali, Atto Digital è pronta a dimostrare anche di poter resistere senza conseguenza al passaggio sotto la ruota di un’automobile.

Aiuto digitale per la memoria

Questo rende TileRec strumento sempre pronto all’uso e in qualsiasi circostanza. Per tenere traccia di conversazioni, riunioni e altre situazioni dove sia importante andare oltre la capacità umana di memorizzare non più del 30% di un dialogo.

Oppure, sfruttando la funzione di attivazione vocale in alternativa alla registrazione continua, nelle situazioni più delicate. Dalla sorveglianza di un bambino, al controllo a distanza dell’abitazione, fino alla possibilità di assistere un parente anziano o malato in casa da solo.

Interessante, e decisamente proporzionato il prezzo richiesto per TileRec. Su Indiegogo al momento è infatti disponibile a 40 euro, contro un listino pieno comunque concorrenziale di 67 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.