Con Satispay la via verso il distributore automatico è più breve






Il sistema di pagamento con QR-Code manda in pensione chiavette monetine e carte di credito al momento di un caffè o di uno snack

Monetine, chiavette, carte di credito o qualsiasi altro mezzo di pagamento rischi di intromettersi tra la voglia mangiare o bere e un distributore automatico di cibo o bevande, grazie a Satispay potrà presto essere dimenticato.

Il servizio di pagamento mobile via smartphone è infatti pronto a estendere la portata della propria soluzione al settore delle vending machine. La tecnologia messa a punto da Satispay in collaborazione con mcf88 intende aggiungere ai tradizionali distributori automatici la componente smart sufficiente a pagare inquadrando un QR-Code.

Non solo snack

Spazio quindi alla possibilità di pagare snack, bibite, ma anche medicinali, autolavaggi, lavanderia a gettoni e molti altri prodotti e servizi via app dimenticandosi appunto di monetine, contanti o carte di credito.

Selezionato il prodotto desiderato, si avvicina il telefono al distributore e si inquadra il QR-Code associato al logo di Satispay posizionato a fianco della tastiera. Quindi, si seleziona l’importo, si conferma e l’articolo viene subito recapitato. L’importo verrà scalato direttamente dal budget settimanale impostato dal cliente sul suo profilo.

Oltre alla indiscussa praticità, l’eliminazione dei mezzi di pagamento fisici, permetterà di ridure i costi di gestione e delle transazioni, oltre a quelli del recupero e trasporto del denaro. Inoltre, Satispay consentirà ai gestori di effettuare politiche di cashback anche sui distributori automatici.

Per esempio, sarà  possibile impostare un cashback particolare in base alla frequenza di acquisto, per fidelizzare i clienti, o uno per importi superiori a una certa soglia.

Il primo operatore ad avere accettato la nuova sfida Satispay è Serim, forte di oltre 14mila distributori, a partire dalla piazza di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.