L’orecchio attento Vvfly Snore Circle riporta la serenità intorno a chi russa

L’auricolare Bluetooth riconosce il suono e inteviene con piccole vibrazioni e stimoli audio

Sono circa un miliardo al mondo le persone alla prese con le conseguenze del russare. Un problema dal doppio volto: da una parte la salute di chi lo accusa, con notti agitate. Dall’altra certamente la serenità di chi si trova a dover gestire l’esasperazione di condividere le notti con chi russa.

Dal punto di vista commerciale, un enorme mercato, fino a oggi praticamente privo di soluzioni, dove però le tecnologie wearable stanno trovando interessanti spazi. In particolare, si sta rivelando molto attiva la cinese Vvfly Snore Circle. Dopo un primo approccio sotto forma di una benda smart per riconoscere l’acustica del russare e indurre minime vibrazione sufficienti però a indurre cambiamenti di posizione senza interrompere il sonno, ora gli stessi principi evoluti sono applicati a una sorta di auricolare.

Non molto diverso da un apparecchio acustico esterno, Smart Snore Stopper integra un sistema di riconoscimento vocale sviluppato su misura e appoggiato anche alle proprietà di conduzione sonora delle ossa. Il risultato è riuscire a leggere l’impronta praticamente unica del russare, generalmente nelle prime fasi del sonno leggero. Quello che in pratica impedisce di passare alle fasi successive più rigeneranti e disturba l’eventuale partner di turno, o chiunque si trovi nelle vicinanze.

Una volta rilevata la necessità di intervenire, Smart Snore Stopper prevede una serie di possibili azioni combinate con 54 livelli di vibrazioni e audio a seconda dell’intensità e della tipologia rilevata. Gli impulsi inviati al cervello permettono quei piccoli aggiustamenti utili a riportare la tranquillità, senza interferire con il sonno.

A scapito delle dimensioni visibilmente non trascurabili, Vvfly assicura di aver studiato l’ergonomia in modo da non interferire in alcun modo.

A ulteriore supporto di Smart Snore Stopper, i test medici cui è stato sottoposto. Accessibili anche all’utente attraverso la relativa app, i miglioramenti appaiono visibili già nella prima settimana di utilizzo, e in misura più evidente rispetto ai più comuni braccialetti. Il tutto, consegna compresa, per 105 dollari.

Pubblicato il: 21 Giugno 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.