Lo smartwatch XGO3 mette d’accordo bambini e genitori






Le funzioni racchiuse nello smartwatch XGO3 di Xplora garantiscono libertà ai bambini e controllo ai genitori, in sicurezza e discrezione

Se è ormai abitudine vedere bambini sempre più giovani usare uno smartphone proprio, non c’è ragione apparente per non dotarli anche di uno smartwatch. Comprese tutte le relative perplessità del caso. Il ragionamento Xplora però, va in una direzione diversa. Introdurre sì i ragazzi all’uso dei wearable, ma in totale controllo, sicurezza e con un fine educativo. Tutto quanto si propone di condensare  il nuovo XGO3.

Per quanto possa sembrare strano, uno degli obiettivi Xplora è infatti offrire ai bambini un accesso sicuro alla vita digitale e un migliore equilibrio tra il tempo davanti allo schermo e l’attività fisica, estendendo lo stesso principio di stimolo al movimento capace di raccogliere buoni consensi tra i più grandi.

XGO3 è prima di tutto uno smartwatch. Pensato per il pubblico di riferimento. Quindi, spazio a colori e grafiche semplificate con le funzioni di base in u display TFT a colori da 1,3″.

A XGO3 non serve lo smartphone

Si parla naturalmente di notifiche da telefonate, SMS o altri messaggi. Primo aspetto importante, in modo autonomo. Vale a dire, non necessariamente connesso a uno smartphone.

L’idea Xplora prevede infatti una SIM 4G, grazie alla quale essere connessi, eventualmente sotto il controllo dei genitori, e restare in contatto con chi di dovere.

Per chi ha dubbi circa l’opportunità di dotare i figli di uno smartphone, una valida alternativa. Anche perché XGO3 è completo di microfono, diffusore e una fotocamera. Per quanto limitata a 2 MP, pronta comunque anche a soddisfare la tentazione di emulare i più grandi.

In più, tutta la parte rivolta alla salute. Proprio per scongiurare il pericolo di trasformare uno smartphone in pretesto per giornate sedentarie, la combinazione di contapassi con la piattaforma Goplay con giochi, campagne e sfide, sono previste ricompense al raggiungimento degli obiettivi di movimento.

Parlando di connessione e bambini, la sicurezza assume importanza particolare. Per questo Xplora utilizza solo comunicazioni cifrate, quindi molto difficili da intercettare. Inoltre, lo smartwatch non è collegato direttamente a Internet, ma a server dedicati.

Tutto sotto controllo

La libertà di utilizzo per il bambino è titale, ma in un ambito delimitato e discretamente controllato dai genitori. Dall’app Xplora i genitori possono inserire e aggiungere contatti e solo questi sono visibili sull’orologio. Il bambino può comunicare solo con i nominativi memorizzati dai genitori.

Inoltre, la posizione in tempo reale dell’orologio può essere visualizzata dai genitori in qualsiasi momento. Anche tutte le altre funzioni, come l’impostazione di un allarme, la modalità scuola o le zone di sicurezza, sono controllate via l’app.

Dove invece il giovane utente ha visibilità totale è Goplay. I bambini ricevono un Xplora Coin per ogni mille passi. Queste monete sono valide all’interno della piattaforma, per usare giochi, attività e seguire campagne.

L’unicità di XGO3 rende difficile valutare il prezzo. I 129,99 euro sono comunque una cifra piuttosto alta considerata la fascia di utenza di riferimento.

Pubblicato il 2/8/2022


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: