L’anteprima a distanza di GTS 4 Mini promette bene






Il nuovo smartwatch Amazfit GTS 4 Mini è una buona combinazione tra dimensioni, funzioni e prezzo. Per l’Italia però, ci sarà da attendere

In Italia Amazfit forse non ha raccolto gli stessi favori incontrati all’estero. Tuttavia, il nuovo GTS 4 Mini ha tutte le carte in regola per invertire la tendenza anche dalle nostre parti.

Il più recente smartwatch Amazfit raccoglie infatti l’eredità di uno dei modelli più di successo del marchio Huami. Almeno nelle intenzioni, un cambio di passo, considerato anche il curioso salto di versione, passando direttamente dal GTS 2 Mini di inizio 2021 all’annuncio attuale.

Anche in questo caso, con la precedenza al mercato indiano. Per quanto importante per numeri e in forte crescita, destinato con buona probabilità e non restare l’unico per lungo tempo.

Piccoli dettagli per grandi ambizioni

Anche perché GTS 4 Mini si presenta piuttosto bene. Forme rettangolari con angoli arrotondati, con un display da 1,65” AMOLED. Quindi, piccolo rispetto ai modelli di punta, ma non abbastanza da compromettere la visibilità delle informazioni, grazie anche alla tecnologia adottata per lo schermo.

In pratica, una soluzione alla portata di tutti, grandi e piccoli, all’insegna anche della praticità. Tra le opzioni, la modalità always-on, anche se non viene indicato il potenziale impatto sull’autonomia, aspetto al momento tenuto nascosto.

In bella mostra invece le oltre cento discipline tracciabili grazie anche al GPS integrato. Tra queste, anche gli sport acquatici, fino a 50 metri di profondità. Per quanto con un’analisi piuttosto superficiale, un fattore distintivo alla luce della fascia di prezzo attesa.

Vale la pena di aspettare per vederlo

Anche se non espressamente indicato, viene infatti indicato intorno al centinaio di euro o poco più. Al momento opportuno, dipenderà per buona parte anche dalle forti oscillazioni sui cambi di questo periodo.

Sicuro invece il rivelamento del livello di ossigenazione del sangue, con tanto di avvisi di allerta in caso di anomalie. Quindi, facile azzardare una misurazione continua e non abbinata al monitoraggio del sonno come avviene in altri smartwatch.

Per il resto, poche le novità. Le condizioni generali di salute restano affidate all’indice PAI, mentre anche i sensori restano praticamente gli stessi della versione precedente.

Come anticipato, per il momento Amazfit GTS 4 Mini può essere solo prenotato e limitatamente ai residenti in India. Per chi interessato, l’attesa non dovrebbe tuttavia durare a lungo.

Pubblicato il 19/7/2022


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: