Apple Watch alleato prezioso nella sfida al Parkinson






La certificazione ottenuta per gli USA permette a Apple Watch di aiutare a rilevare i sintomi della malattia di Parkinson in modo affidabile

Un importante passo avanti per Apple e per le potenziali vittime della malattia di Parkinson. Watch ha infatti ottenuto il via libera dalla FDA come dispositivo in grado di riconoscerne i sintomi. Di conseguenza, almeno per quanto riguarda questa funzione, può essere considerato affidabile a livello medico negli USA.

Difficile al momento capire se e quando la richiesta sarà estesa all’Europa. Non sarà però una decisione tecnica. Solitamente infatti, una volta ottenuta la certificazione dalla FDA, è questione solo di sbrigare le pratiche previste dalla UE con i relativi tempi. Soprattutto, si tratta quindi di decisioni strategiche.

Un obiettivo inseguito da tempo

A risultato raggiunto, sicuramente una novità degna di nota. Non c’è però da restare sorpresi. Apple ha infatti avviato già nel 2015 i primi studi con relative sperimentazioni per sfruttare i sensori di Watch al fini di individuare i tremori e movimenti tipici di chi manifesta i sintomi del Parkinson.

I primi risultati promettenti sono stati raggiunti nel 2018 e da allora la ricerca si è concentrata sulla qualità dei risultati ottenuti e l’affidabilità.

L’app in grado di eseguire le letture è stata messa a punto da Rune Labs. Come riportato da Reuters, sfruttando lo stesso sensore già impiegato per individuare  potenziali cadute nelle cure mediche di pazienti a distanza.

Più in generale, per una verifica più approfondita dei sintomi di Parkinson, Watch sarà abbinato a una serie di altri strumenti, tra cui un impianto Medtronic per tracciare i segnali cerebrali da associare ai movimenti involontari.

I vantaggi del controllo continuo di Watch

L’importanza di poter contare sui uno strumento del genere è in particolare nella possibilità di poter seguire i pazienti in goni momento, anche fuori da un ambulatorio, La condizione di Parkinson si manifesta infatti in tempi e modi imprevedibili, soprattutto nelle prime fasi. Poter contare sul monitoraggio continuo di Watch offre ai medici una visuale più completa.

Secondo la Michael J. Fox Foundation for Parkinson, negli USA sono un milione le persone affette da Parkinson. A livello globale invece, si parla di oltre sei milioni di possibili pazienti.

Pubblicato il 21/6/2022


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: