Perifit mette tutto in ordine sul pavimento pelvico






Il dispositivo Perifit comandato via app aiuta le donne a tenere in esercizio il pavimento pelvico, superando problemi e timori

Tra i tantissimi utilizzi possibili di un wearable, quello proposto da Perifit è certamente il più originale. O, quanto meno, uno dei meno scontati. L’azienda attiva nel mondo del fitness ha intrapreso con discreto successo la strada degli strumenti connessi per esercizi, e nel caso specifico per allenare il pavimento pelvico.

Nonostante le apparenze, Perifit è rivolto essenzialmente alla salute, con la possibilità di intervenire su diversi problemi, accusati in prevalenza dalle donne.

Argomento tanto delicato quanto importante

Secondo una ricerca BMC Health Services Research, circa il 16,5% delle persone può avere una condizione nota come sindrome della vescica iperattiva, causa di frequenti e urgenti impulsi a urinare. La percentuale di donne che riportano almeno un disturbo del pavimento pelvico è aumentata con l’età (9,7% delle donne di età compresa tra 20 e 39 anni rispetto al 49,7% di età pari o superiore a 80 anni).

Grazie a diversi specialisti del settore capaci di affrontare l’argomento con il giusto tatto, di recente iniziano a farsi strada l’utilità e la necessità di osservare il pavimento pelvico, i muscoli utilizzati quando si cerca di fermare la voglia di urinare. In caso di problemi, è utile esercitare il bacino da dieci a quindici volte a settimana, aumentando regolarmente l’intensità dell’esercizio. In particolare, un esercizio regolare per il pavimento pelvico è stato collegato a una riduzione dei sintomi del prolasso dopo la gravidanza.

Tutto in ordine sul pavimento pelvico

Di conseguenza, Perift ha sviluppato nuovo attrezzo per esercizi pelvici avatar 3D in grado di migliorare l’incontinenza urinaria, il prolasso e altri disturbi del pavimento pelvico. La soluzione consente di visualizzare più chiaramente ciò che sta accadendo all’interno del proprio bacino, incluso il movimento “su e avanti” che si verifica durante una corretta contrazione di Kegel.

Nel modello 3D, i muscoli del pavimento pelvico appaiono controllati dal sensore di superficie della sonda Perifit. Questo è un avatar fisiologicamente accurato rispetto alla definizione standard di biofeedback, l’equivalente della modalità Pratica > Punti).

Lo scopo di questa comunicazione è imparare prima di tutto quali siano i muscoli del pavimento pelvico. Quindi, scoprire dove si trovino, come si muovano e cosa succede nel proprio corpo quando si esegue un movimento Kegel corretto.

Nei primi venti giorni dalla messa ufficiale in commercio, l’azienda dichiara di ave già raggiunto quota diecimila utenti, con un tasso di soddisfazione pressochè totale.

Perifit è in vendita al prezzo di 129 euro, in due colori.

Pubblicato il 20/4/2022


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: