Con vívosmart 5 è facile prendere la vita alla leggera






Compatto e leggero, il nuovo tracker Garmin vívosmart 5 rinuncia a GPS e schermo a colori in cambio di autonomia e praticità

Anche se in misura inferiore rispetto all’ampia scelta di smartwatch, nell’offerta Garmin non mancano comunque i tracker. Anche in un momento di crescita di attenzione verso i modelli più completi, una fetta di pubblico comunque importante alla quale ad alcuni anni di distanza dall’ultima versione arriva ora la proposta vívosmart 5.

Nel pieno rispetto delle tendenze più recenti per i tracker, un dispositivo dove la differenza è sempre più nelle dimensioni rispetto al corredo di funzioni. Da sottolineare subito però, la decisione di rinunciare al GPS integrato.

Compatto e pratico, con qualche rinuncia

Il nuovo vívosmart 5 intende infatti combinare tutti i vantaggi di un wearable con la praticità di ingombro e peso ridotti. Con interessanti ripercussioni anche sull’autonomia e sul peso ridotto a circa 25 grammi.

Nasce così un tracker dalle forme allungate con un display da 10,5×18,5 mm per una risoluzione di 88×154 pixel. La soluzione adottata per lo schermo a livelli di grigio è la tecnologia OLED.

La scelta di rinunciare al colore per l’interfaccia touch potrebbe apparire limitativa. D’altra parte, nell’offerta Garmin le alternative non mancano e vívosmart 5 va a coprire un settore ben preciso. Inoltre, un aiuto in più per arrivare all’autonomia dichiarata di una settimana, decisamente buona in rapporto alle dimensioni.

La salute nel cuore vívosmart 5

Sul piano delle funzioni, primo obiettivo resta sempre il benessere. Quindi, monitoraggio della salute grazie al sensore integrato della frequenza cardiaca con relativi avvisi di frequenza cardiaca troppo alta o troppo bassa, configurabili dall’utente. Inoltre, l’ormai immancabile report del sonno per un’analisi qualitativa e quantitativa, assegnando un punteggio basato sul tempo trascorso nelle fasi del sonno, la quantità di movimento, i livelli di stress e altri fattori che influiscono sul riposo.

Completano l’elenco il rilevamento di ossigenazione del sangue, respirazione, livelli di energia del corpo attraverso il widget Body Battery, stress e salute delle donne. Particolare invece il Morning Report personalizzato dove sono raccolte tutte le informazioni.

Per la registrazione dell’attività fisica, nel caso serva il tracciamento GPS, è necessario collegarsi allo smartphone. Indispensabile comunque per avere le notifiche al polso.

Alla luce dell’insieme, probabilmente il prezzo di 149,99 euro risulta fin troppo sbilanciato verso l’alto. In linea comunque, con le ambizioni Garmin.

Pubblicato il 21/4/2022


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: