Con il tessuto smart la maglietta ascolta, e parla






I ricercatori del MIT al lavoro su un tessuto smart in grado di trasformare una maglietta in microfono, e perfino di comunicare

Per chi soffre di problemi di udito in prima battuta, ma in futuro anche per chiunque interessato a una modalità di ascolto audio decisamente innovativa, la soluzione può essere una maglietta realizzata grazie a un tessuto smart.

L’idea è infatti in fase avanzata di studio presso il MIT di Boston da un gruppo di ricercatori in collaborazione con la Rhode Island School of Design.

L’idea alla base non è del tutto nuova. Il suono viene infatti recepito dal corpo umano come segnali sotto forma di vibrazioni. Il tessuto smart intende eseguire la stessa operazione attraverso canali alternativi rispetto all’orecchio.

Il microfono da indossare

In pratica, una sorta di microfono letteralmente cucito su misura dove le onde sonore sono prima trasformata in vibrazioni e da qui nei relativi segnali elettrici da far pervenire al cervello. Una procedura non molto diversa da come funziona il nostro apparato uditivo.

La ricerca ha trovato spunto nella capacità intrinseca di ogni materiale tessile di vibrare di fronte a un suono. Si tratta però di una reazione veramente minima, nell’ordine dei nanometri, in genere impercettibile o comunque molto difficile da rilevare.

Gli scienziati dei MIT si sono quindi dedicati alla messa a punto di una fibra particolare. Abbastanza flessibile da poter essere intrecciata con un tessuto comune e abbastanza flessibile da piegarsi e modellarsi ispirandosi a un’alga sulla superficie del mare.

Il nodo della questione è un materiale piezoelettrico, in grado di emettere i segnali elettrici a seguito della deformazione provocata dall’onda sonora, senza interferire con la vestibilità di un capo di abbigliamento.

I primi risultati sono stati considerati incoraggianti. Una maglietta realizzata con il tessuto smart è in grado di cogliere e distinguere suoni in un raggio piuttosto ampio, dal vocio leggero di una libreria al più caotico traffico stradale. Inoltre, permette di riconoscere intensità e direzione di suoni improvvisi.

Più affidabile di auricolari e smartwatch

Tra le prospettive più interessanti, il potenziale superamento degli auricolari, anche i più moderni total wireless, come li conosciamo oggi. Al loro posto sarà sufficiente indossare una maglietta e parlare liberamente o ascoltare chiamate e musica senza alcun timore di perdere i preziosi accessori.

Le caratteristiche intrinseche del tessuto smart lo rendono inoltre adatto per migliorare affidabilità, praticità e numero di parametri vitali monitorabili. Il lavoro oggi svolto essenzialmente al polso da uno smartwatch può lasciare spazio ad analisi più approfondite di frequenza cardiaca, respirazione e tutti gli altri valori utili a tenere sotto controllo la salute.

Ancora più curiosa la potenziale applicazione di trasmissione audio. La maglietta smart è infatti in grado di parlare, inviando segnali riconoscibili da un’altra t-shirt realizzata con la stessa tecnologia.

Pubblicato il 24/3/2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: