La precisione NuEyes Pro 3 allarga la visuale degli smartglasses






Leggeri e con doppio visore 4K, gli smartglasses NuEyes Pro 3 si prestano a molteplici attività, in attesa di sbocchi nel mondo consumer

In attesa di vedere se, come e quando gli smartglasses troveranno applicazioni interessanti anche sul fronte consumer, sul fronte professionale l’evoluzione prosegue a buon ritmo. Ultimo esempio, i NuEyes Pro 3.

Nome ancora poco conosciuto al grande pubblico, in realtà NuEyes è da qualche tempo ormai tra i protagonisti della realtà aumentata e relativi smarglasses al servizio di ambienti consolidati come formazione e assistenza, ma anche del più recenti e promettente settore medico.

Compagni di lavoro sempre in vista

I Pro 3 infatti, si candidano quale supporto ideale per praticità ed efficacia al servizio di flussi operativi a distanza o semplicemente supportati da indicazioni aggiuntivi visualizzate su una parte della superficie visiva delle lenti, senza interferire con la scena reale.

NuEyes Pro 2 offrono una visione in realtà aumentata in 3D, aspetto già questo importante, migliorando la resa visiva delle indicazioni fornite, diminuendo quindi tempi di intervento e rischio di errore.

Sugli smartglasses è installata una videocamera a colori, da 20 MB, due sensori visivi con sei gradi di libertà, vale a dire la capacità di riconoscere i movimenti con il necessario grado di affidabilità e precisione di ambienti delicati come appunto il mondo della medicina.

In questo senso, si fa apprezzare anche la risoluzione 4K del visore. Altro aspetto importante, non più su uno solo dei due oculari, ma su entrambi. Mantenendo il peso complessivo al di sotto di un etto, 88 grammi per la precisione.

NuEyes Pro 3 sempre pronti a collaborare

In questo modo, NuEyes può ambire ad allargare il proprio raggio d’azione. Altri settori interessanti ai Pro 3, come ai precedenti modelli sono infatti anche la manifattura, la logistica e le telecomunicazioni. Con prospettive sempre più concrete anche per le applicazioni governative.

Nella versione più completa tra le tre messe a disposizione, i Pro 3 prevedono anche riconoscimento gestuale, interfaccia vocale e telecamera termica. Tutte, collegabili anche via smartphone e tablet.

Non si parla ancora in dettaglio dei prezzi. Aspetto pi interessante però, è la serie di caratteristiche sempre più vicine a un potenziale impiego anche nel mondo consumer. Oltre agli ormai scontati videogiochi, le prospettive infatti non mancano. Dalla navigazione senza distogliere lo sguardo dalla strada, alle guide turistiche, al sempre interessante sviluppo nel supporto all’attività sportiva.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.