Sicuramente, è il monopattino elettrico protagonista del Bonus Mobilità






L’interesse verso il Bonus Mobilità guidato soprattutto dall’intenzione di acquistare un monopattino elettrico. Si chiede però anche sicurezza

Più ancora delle biciclette, il vero protagonista del tanto discusso Bonus Mobilità è destinato a diventare il monopattino elettrico. Al di là dell’uso più o meno saggio di tanti utenti alle prime armi, come già dimostrato in tantissime città europee, resta comunque una soluzione valida al problema del traffico.

I segnali sono arrivati già nei mesi scorsi, e non solo per i fatti di cronaca. Secondo una ricerca Gfk infatti, tra gennaio e luglio cono stati venduti oltre 125.000 monopattini elettrici, per un valore di mercato cresciuto del +140%. Aspetto da non trascurare, senza prendere in considerazione le biciclette elettriche.

I costi relativamente bassi inoltre, intorno ai 300 euro, ma anche al di sotto per le versioni meno accessoriate, ne hanno favorito la diffusione. Una spinta ulteriore è arrivata dall’avvio durante l’estate dei servizi di sharing.

Il monopattino elettrico protagonista della nuova mobilità

Il risultato è questa crescita importante, destinata con buona probabilità a durare ancora qualche tempo, prima di individuare la categoria di utenti stabili, capaci di guardare oltre l’entusiasmo della prima fase.

Più in generale, l’intero comparto della e-Mobility, comprendente anche skateboard elettrici, hoverboard e one wheel, in misura comunque decisamente minore, se la passa molto bene.

La tipologia di prodotto di gran lunga più venduta è stata proprio il monopattino elettrico, negli ultimi mesi è arrivato a pesare a valore oltre il 90% del comparto.

Il picco di vendite del 52,6% si è registrato nel mese di luglio. La tendenza ha però caratterizzato tutto il periodo successivo al lockdown, frutto anche della combinazione favorevole di clima estivo e voglia di dotarsi di nuovi mezzi di trasporto individuali.

Tendenza da consolidare

Ora, sembrano esserci tutte le premesse per una seconda impennata da qui alla fine dell’anno. Il Bonus Mobilità infatti si applica anche ai monopattini elettrici, acquistati a partire dal 4 maggio 2020 o da acquistare entro trenta giorni dal rilascio del buono.

Un altro aspetto interessante della ricerca Gfk riguarda il prezzo. Se l’anno scorso il prezzo medio era di 193 euro, nel corso dell’anno è salito in misura importante , 320 euro. Da ricondurre non tanto all’andamento della domanda, quanto a un’evoluzione del monopattino elettrico, con elettronica più sofisticata, maggiore potenza e autonomia e accorgimenti per la sicurezza, come i freni a disco.

Importante infine, affrontare un problema forse sottovalutato. Come emerso dal 17° Rapporto Audimob sulla Mobilità degli Italiani, realizzato da Isfort in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ed il CNEL e con il contributo scientifico di Agens, un italiano su due si dice interessato a valutare l’uso di un monopattino elettrico per gli spostamenti in città.

Il timore di affrontare i mezzi pubblici e il congestionamento delle città dovuto al maggiore uso dell’automobile durante il periodo dell’emergenza sanitaria Covid-19 spinge verso mezzi di trasporto alternativi singoli.

Così, se il 2019 si è rivelato un anno negativo sotto questo punto di vista, con la mobilità definitiva attiva (quella a piedi, in bicicletta, o mezzi simili) nel suo insieme calata di 4 punti percentuali scendendo al 24,1% degli spostamenti totali, il 2020 può segnare una svolta più marcata e duratura. A vondizione però, sottolineano gli intervistati, di dedicare molt apiù attenzione alla sicurezza.


Pubblicato il: 9 Novembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.