L’ora di Watch 6 è ormai vicina, veramente






Ufficiale la data del 15 settembre per il lancio di prodotti Apple. Dato per certo Watch 6, restano i dubbi su un nuovo iPhone

Anche gli ultimi dubbi sono ufficialmente sfumati. L’appuntamento Apple con gli annunci di settembre sarà rispettato e includerà il lancio di Watch 6.

La presentazione si terrà il 15 settembre. Al momento, ancora per via riservata, con inviti inviati direttamente da Apple a un numero, sembra, selezionato di addetti ai lavori. Comunque sia, la notizia è diventata presto di dominio pubblico, aprendo di conseguenza le porte alla relativa serie di previsioni.

Alle 19 di martedì prossimo si scopriranno quindi i piani Apple alla fine un anno ancora pieno di incertezze. In particolare, se per quanto riguarda Watch 6 i dubbi sono ormai superati, le possibilità di un rinvio per iPhone restano ancora in piedi.

Watch 6 si prenderà cura dei propri utenti

Intanto, prendono consistenza le voci di ancora maggiore attenzione alle funzioni mediche. Tra i primi in assoluto a certificare la lettura dei un ECG, ora che i rivali iniziano a colmare le distanze è il momento di rilanciare.

Quindi, le attese vanno in direzione di un sensore per misurare il livello di ossigenazione nel sangue e funzioni per riconoscere livelli di stress e potenziali attacchi di panico. Considerata la fama Apple, si presume già affidabili al livello di certificazione, almeno negli USA.

Inoltre, tutto questo necessariamente abbinato da un supporto per la ricarica della batteria. Si parla con una certa insistenza di un sistema del tutto innovativo per accelerare l’operazione.

Aspetto fondamentale, considerando l’autonomia già precaria per coprire con regolarità anche il monitoraggio del sonno e il potenziale inserimento di nuove funzioni particolarmente esigenti sotto il profilo dei  consumi.

Anche un nuovo sistema operativo

Di pari passo, è attesa la presentazione di un aggiornamento del sistema operativo WatchOS7. Di questo se ne parla già da più tempo, al punto da dare per scontata un’analisi del sonno integrata, quindi senza l’appoggio di un’app esterna dedicata.

Intanto, prende corpo anche l’ipotesi di una versione più economica dello smartwatch Apple. Analogamente a quanto avviene ormai regolarmente con iPhone, viene dato quasi per certo il lancio di un più abbordabile Watch SE.

Infine, da non trascurare neppure le voci ancora non abbastanza convinte dell’annuncio. Tra i sostenitori di un rinvio addirittura a inizio 2021 per il nuovo Watch 6, diversi restano fermi sulle proprie posizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.