Parte da Galaxy Watch Active 2 la pressione al mondo smartwatch






Lo smartwatch Galaxy Watch Active 2 porta Samsung all’importante traguardo della certificazione per misurare la pressione nel sangue

Difficile non ricondurre la brusca accelerata dei prodotti wearable verso le funzionalità mediche, all’emergenza sanitaria coronavirus. In gioco, un mercato di enormi dimensioni, dove Samsung è già pronta a giocarsi la carta Health Monitor, il controllo della pressione su Watch Active2.

Un risultato importante soprattutto in prospettiva, anche se per il momento limitato geograficamente. In ogni caso, l’approvazione da parte dell’MFDS,  South Korea’s Ministry of Food con la certificazione Drug Safety come software con affidabilità medica è un primo passo fondamentale.

In pratica, Galaxy Watch Active 2 si può considerare uno dei primi, per certi versi il primo in assoluto, smartwatch consumer certificato per il controllo della pressione. La giusta combinazione di facilità d’uso praticità e affidabilità necessaria per un’adozione diffusa.

Sempre più salute nel futuro degli smartwatch

Anche se quasi certamente la procedura è ancora da perfezionare, un primo importante passo in una direzione ormai segnata di trasformare sempre più smartwatch e wearable ingenerale a supporti sanitari, anche contro un’emergenza come il coronavirus.

La pressione del sangue è uno dei principali indicatori sullo stato di salute e su potenziali condizioni di malessere. In particolare, può intervenire sulla tempestività nell’individuare i sintomi di infarto o problemi al cuore più in generale.

La connessione via app con il sistema sanitario permette a loro volta medici e infermieri di ricevere segnalazioni tempestive e ridurre i tempi di intervento.

La possibilità di rilevare la pressione attraverso un comune smartwatch aiuta inoltre a costruire un quadro più completo sulla situazione di pazienti. La lettura può infatti essere eseguita in qualsiasi momento, senza strumenti aggiuntivi e prima che una eventuale condizione passeggera passi.

Galaxy Watch Active 2 e l’inizio di una nuova era

Prima di affidare a Galaxy Watch Active 2 il controllo regolare della pressione sangunea, è necessaria una fase di calibrazione. Sfruttando un comune misuratore domestico, quelli con fascia sul braccio, si effettua una serie di rilevamenti a riposo.

I dati rilevati, vanno inseriti manualmente dell’app, quali valori di riferimento. Da quel momento, ogni volta si ritenga necessario eseguire l’operazione dallo smartwatch, la misurazione viene analizzata direttamente al polso e archiviata.

L’aggiornamento di sistemi Samsung è previsto per la seconda parte dell’anno, mentre sarà di serie su tutti i nuovi prodotti della gamma Galaxy Watch. Nel frattempo, non è da escludere un’estensione delle certificazioni anche al mercato Occidentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.