Lo shopping è mobile, con futuro stabile






L’Italia guida la tendenza a preferire acquisti e pagamenti online, trascurando però la sicurezza

La mobility ha decisamente preso il sopravvento tra gli usi quotidiani di moltissime persone. Una tendenza con importanti ripercussioni anche negli acquisiti, non solo per la crescita dell’e-commerce.

L’analisi European Mobile Commerce Study commissionata da Mastercard in collaborazione con la società di ricerche di mercato Innofact, prende infatti spunto non tanto dall’80% di europei che utilizza i propri dispositivi mobili per fare shopping, quanto per concentrarsi sul 41% pronto a dichiarare di farlo spesso se non addirittura sempre.

Ne scaturisce una serie di considerazioni interessanti per inquadrare tendenze sia sul fronte dei commercianti sia su quello dei produttori di dispositivi abilitati ai pagamenti. Secondo la ricerca è proprio l’Italia uno dei Paesi guida in questa circostanza, L’85% ha dichiarato di utilizzare smartphone, tablet e smartwatch per lo shopping. Il 34% lo usa sempre addirittura spesso e il 14% sempre. Insieme alla Germania e alla Polonia e subito dietro a Spagna e Irlanda, l’Italia è il Paese con la più alta attitudine dei propri cittadini al mobile shopping.

Shopping fa sempre più rima con smartphone

Il 43% degli Italiani infatti, usa lo smartphone per acquistare una (27%) o più volte (16%) a settimana. Un dato al di sopra della media europea (39%). Inoltre, 4 italiani su 5 (80%) usano app dedicate per fare shopping, superando la media europea del 75%. La maggior parte degli italiani (il 62%) utilizza da due a cinque app.

A incentivare le spese via mobile per gli italiani risultano velocità (51%), facilità (43%) e la possibilità di concludere l’operazione con un semplice click (42%).

Aspetto invece negativo, da affrontare al più presto anche solo sul fronte della sensibilizzazione, l’Italia è una delle nazioni dove di valuta meno la garanzia di sicurezza (15%).

Aspettando Natale sul divano

Già dai primi segnali, il Natale non può fare a meno di consolidare questa tendenza. L’85% prevede di utilizzare il proprio smartphone per lo shopping natalizio, superando ampiamente la media Europea (72%). Gran parte degli intervistati preferisce inoltre comprare i regali da casa, sul divano (85%), dal letto (21%) o a lavoro (14%) e predilige la fascia di orario 17-21 in periodo infrasettimanale (49%).

Abbigliamento e accessori (51%), elettronica (50%), libri (45%) e viaggi (45%) sono in testa alle preferenze degli italiani per gli acquisti via mobile. Circa 3 italiani su 10 (27%) acquistano su mobile anche i prodotti alimentari, un trend recente ma in rapida crescita.

Seguono i prodotti di bellezza e per la salute insieme ad articoli sportivi (35%), biglietti per spettacoli, concerti e cinema (34%), biglietti per il trasporto pubblico (28%), cibo e bevande (27%). Infine, gli italiani acquistano online anche strumenti per il pc (24%) e, in misura minore, elementi d’arredo (19%), biglietti per il parcheggio (16%), strumenti e materiali per l’ufficio (14%).

Infine, sulla stessa lunghezza d’onda di Germania e UK, l’Italia non si pone veri e propri limiti di spesa quando si parla di shopping via mobile. Gli italiani infatti, comprano attraverso questa modalità indipendentemente (20%) dal tipo o dall’entità della spesa. In generale, la spesa tipo via mobile nel nostro Paese rientra nella fascia dai 50 ai 100 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.