Alla giusta distanza, Arrim One sa sempre come prendere le giuste misure

Combinato alla realtà aumentata, il minuscolo laser garantisce prestazioni a livello professionale

Misurare un ambiente, un edificio, o un passaggio è un’operazione piuttosto comune. Spesso, poco praticata solo per la mancanza di strumenti adeguati. Se è infatti impensabile avere sempre a portata di mano un metro, a meno di essere professionisti del settore, anche strumenti elettronici dedicati sono da considerarsi accezioni.

Sbagliare le dimensioni di una mensola, un elemento di arredo o di tanti altri oggetti destinati a entrare nella vita di tutti i giorni e ricordare impietosamente l’errore di valutazione può così costare molto più in serenità rispetto al valore dell’acquisto sbagliato. Peggio ancora, per un architetto o un geometra calcolare male l’elemento di un edificio può rivelarsi l’anticamera di un disastro.

Chi sa cosa significa tutto questo, presto potrà contare su un prezioso alleato, Arrim è infatti una startup al lavoro per concludere un importante progetto già in fase avanzata. One non è altro di un minuscolo dispositivo dal collegare alla porta di uno smartphone (Android o Apple), per avere a portata di mano un preciso strumento di misurazione elettronico e soprattutto subito a disposizione i dati.

Sfruttando la realtà aumentata, Arrim One sovrappone le linee di misura alla scena inquadrata con la fotocamera. Praticamente all’istante, vengono visualizzate le misure di linee dritte, ma anche curve o forme circolari.

La maggior parte del carico di lavoro è affidata allo smartphone. Questo permette di integrare più facilmente via software i potenziali sviluppi futuri dell’applicazione. Arrim One si limita a garantire l’affidabilità della misurazione (all’occorrenza anche la funzione livella) e la precisione.

La misura può essere completata da una sola persona, senza bisogno di collaboratori per reggere metri o bindelle. Scattando sue immagini del punto iniziale e di quello finale, viene immediatamente fornita la misura, nel sistema metrico decimale o imperiale. Le misure della scena, vengono aggiunte sul display nelle immediate vicinanze delle linee. I progettisti garantiscono un margine di precisione inferiore a 1,5 mm per misure fino a 20 metri.

Abbordabile il prezzo di 89 dollari, soprattutto considerando l’ambizione Arrim One di attirare l’attenzione dei professionisti del settore, grazie a un algoritmo proprietario affiancato a un sistema di puntamento laser di ultima generazione e un sistema di coordinate 3D virtuale, grazie al quale calcolare per esempio con precisione anche il diametro di una forma rotonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.