Ci sono tanti modi per fallire una dieta, poi c’è Modius

L’innovativo sistema per predere peso sfrutta il condizionamento cerebrale per indurre in senso di sazietà

Se non è il sogno di chi prova a dimagrire ma ha una scarsa propensione all’attività sportiva, o comunque minore di quella nei confronti della buona tavola, quanto meno Modius è un buon passo nella giusta direzione. Anche se con promesse non così lontani dalle troppe proposte simili passate senza tregua in qualsiasi canale TV, la base tecnologica sottostante in questo caso si presenta decisamente più solida.

Perchè Modius affronta il problema da un punto di vista completamente diverso. Non tanto aiutare a  smaltire il cibo in eccesso ingerito o provare ad aiutare nel seguire una dieta, quanto intervenendo su un aspetto altrettanto importante del buon appetito, vale a dire la mente.

L’idea dal sapore vagamente androidiano, in realtà è molto più concreta di quanto possa sembrare. In modo estremamente semplificato, il segnale di sazietà parte infatti dal cervello, ed è una delle principali ragioni del sovrappeso. Riuscire a controllarlo, aiuta a risolvere il problema in misura decisa, e Modius ci riesce in modo del tutto non invasivo.

Più della golosità quindi, la sfida per chi vuol dimagrire è contro il proprio cervello, in particolare sul nervo vestibolare responsabile dei segnali inviati alla zona cerebrale dell’ipotalamo. La soluzione è un dispositivo indossabile, una sorta di cuffia senza padiglioni ma con un sensore proprio nella zona dell’orecchio, incaricato di stimolare artificialmente il nervo e anticipare così la sensazione di sazietà.

Controllato via app, il sistema può essere utilizzato seguendo diverse modalità. L’idea è partire da un’ora al giorno per almeno sei mesi. Durante la sessione, i comandi integrati permettono comunque di interrompere l’attività o variarne l’intensità. Considerate forma e dimensioni, sembra preferibile un utilizzo non in pubblico, ma queste sono considerazioni personali. Certo invece il prezzo di 499 dollari, male che vada un ottimo sistema per avere a disposizione meno soldi per acquistare cibo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.