Tutto il piacere di pedalare in sicurezza nel tris di primavera Garmin

I ciclocomputer Edge 520 Plus ed Edge 130, per agonismo e turismo, si combinano con la sicurezza di Varia RTL150

Anche se i veri di appassionati di bicicletta non si fermano mai, è con il ritorno della stagione mite che le strade tornano ad affollarsi di ciclisti. Con loro, torna a crescere anche l’interesse per le ultime novità in materia di strumenti e accessori a supporto dell’attività sportiva.

Per loro, Garmin ha in serbo due interessanti novità, accompagnate da una terza tutta orientata alla sicurezza, nel rispetto di una strategia adottata già da qualche tempo. La prima è un sistema GPS per chi non vuole scendere a compromessi. Edge 520 Plus, integra infatti le più recenti funzioni di navigazione, supportate dalla copertura completa degli ormai irrinunciabili aspetti di tracciamento dell’attività. Per i più interessati al cicloturismo inoltre, precaricata la cartografia Cycle Map contenente punti di interesse e percorsi ciclabili. Inoltre, all’avvicinarsi di situazioni delicate  sul percorso, come curve a gomito e pericolose, sul dispositivo appariranno avvisi pop-up.

Da richiamare, anche alcune altre funzioni particolari, a partire da Rider-to-Rider, utile per comunicare direttamente dal display con agli altri compagni di squadra con smartphone connesso a Garmin Connect/mobile, sfruttando messaggi preimpostati. L’idea è permettere al ciclista di avere sott’occhio i propri compagni di pedalata senza dover distogliere l’attenzione dalla strada e staccare le mani dal manubrio. Inoltre, in caso di imprevisti, Incident Detection riconosce in modo automatico un eventuale incidente o avaria della propria bici e invia ai numeri di emergenza precedentemente salvati un SMS contenente la posizione.

Completano il quadro, Training Peaks e Best Bike Split, per la programmazione giorno per giorno delle attività e la creazione di allenamenti in base alle prestazioni registrate. Da non trascurare infine, il prezzo di 299,99 euro, leggermente inferiore a quanto ci si potrebbe aspettare, almeno rispetto ala media di visto finora per modelli simili.

Per chi non sente comunque il bisogno della copertura completa di opzioni, e vuole risparmiare un centinaio di euro, Edge 130 si propone coma valida alternativa.  Molto più concentrato sull’attività vera e propria, presenta un display digitale monocromatico e non a colori come invece Edge 520 Plus. Senza l’ausilio delle mappe, resta comunque un ottimo strumento al servizio di ciclisti su strada o sterrato. In particolare, Course Creator sfrutta Treadline Popularity Routing per creare il proprio percorso consultando le informazioni specifiche del tracciato selezionato. Dal design più compatto e più leggero, vuole combinare funzionalità e un’estrema praticità.

A prescindere da livello di attività e dal percorso, c’è un fattore fondamentale da tenere sempre e comunque in considerazione, la sicurezza. Di recente l’attenzione Garmin ha guardato molto in questa direzione e  i risultati non mancano. In particolare Varia RTL510, il sistema di luce posteriore intelligente. Il nuovo sensore di rilevazione è in pratica un vero e proprio radar retrovisore, utile per essere sempre vigili e attenti sull’avvicinarsi dei veicoli, anche a bassa velocità, in arrivo alle spalle. Allo stesso tempo, la luce integrata  segnala la presenza sulla strada agli automobilisti. Le novità riguardano anche il sistema di montaggio, verticale, per favorire anche i ciclisti che hanno uno sviluppo muscolare importante nella zona degli adduttori senza interferire con la pedalata. A rallentarne la diffusione potrebbe però contribuire il costo di 299,99 euro, soprattutto se valutato insieme all’acquisto di un ciclocomputer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.