Entra in gioco Move ECG e ora Withings se la prende a cuore






Ottenuta la certificazione di livello medico, lo smartwatch è ora in grado di eseguire elettrocardiogrammi e rilevare potenziali anomalie

La sfida a conquistare la posizione nel settore delle funzioni mediche associate agli smartwatch non è limitata ad Apple e ai rivali storici. Come dimostra Withings con Move ECG, carte importanti sono in grado di giocarle anche diversi marchi in grado di percorrere il cammino inverso, portando a livello consumer la strumentazione medica a uso personale

Withings ha infatti atteso la degna ribalta di IFA 2019 per annunciare la compatibilità CE appunto di Move ECG. Via libera quindi alle vendite in Europa dello smartwatch con il supporto della necessaria certificazione. Aspetto altrettanto importante, a l prezzo decisamente competitivo di 129,99 euro.

L’attenzione alla parte medicale ha evidenti ripercussioni sull’estetica di Move ECG. Più di vero e proprio smartwatch, sarebbe infatti più corretto palare di ibrido. Quadrante e lancette restano infatti rigorosamente analogici. Una delle quali però, rileva proprio il battito cardiaco.

Il cuore della tecnologia Move ECG

Al di sotto tuttavia, il corredo di tecnologia è all’avanguardia, e non solo per i tre elettrodi al centro della certificazione. Il corredo delle funzionalità attese da uno smartwatch è infatti completo. Conteggio passi, registrazione parametri dell’attività fisica, tracciamento del sonno, riconoscimento automatico della pratica sportiva, nuoto compreso, sono infatti garantiti.

Per il GPS, la scelta Withings è affidarsi a quello dello smartphone. Scelta dettata anche dalla volontà di garantire l’autonomia. Con la centralità del monitoraggio sulla salute, essere sempre in grado di garantire una lettura delle funzioni vitali è priorità imprescindibile.

Leggermente diversa procedura ECG rispetto ad Apple Watch. Su Move ECG infatti, nel momento in cui l’utente ritenga opportuno eseguire un rilevamento, è necessario tenere premuto il pulsante sulla cassa e al tempo stesso appoggiare un altro dito sul lato opposto della cassa, in modo da chiudere il circuito e avviare la trasmissione del segnale.

L’operazione deve durare almeno trenta secondi, dopodiché viene avviato l’algoritmo pronto ad analizzare i dati raccolti e riconoscere eventuali aritmie o altri problemi di natura cardiaca.

Se attivata la relativa opzione, l’app Health Mate fornisce all’istante una classificazione della misura raccolta, che può essere memorizzata e all’occorrenza sincronizzata via cloud e messa a disposizione di uno specialista. Per tutta la durata dell’operazione inoltre, l’elettrocardiogramma è visibile all’utente sullo schermo dello smartphone.

Un mercato in ottima salute

Per capire l’importanza della sfida affrontata da Withings, e gli investimenti rivolti da tantissime altre aziende del settore sulla scia di Apple, sono sufficienti alcune cifre. Irregolarità nel ritmo cardiaco sono responsabili di circa un terzo degli attacchi di cuore.

Inoltre in età adulta una persona su quattro sviluppa forme di fibrillazione atriale. Tuttavia, situazioni spesso difficili da diagnosticare fino al momento in cui si manifestano problemi più seri o in occasione di visite mediche specialistiche. Spesso, per problemi diversi e solitamente poco frequenti.

Pubblicato il: 12 Settembre 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *