NewsSmartring

Sarà Galaxy Ring la nuova sfida Samsung per il 2024






Annunciato in coda all’ultimo evento, Galaxy Ring si presenta come una sifda tutta nuova e interessante per l’ecosistema Samsung

Nel 2024, la storica rivalità tra Samsung e Apple è destinata a vivere un momento particolare. Per una volta infatti, non ci sarà un confronto diretto sulle novità più attese. Mentre Apple al momento è impegnata sul lancio di Vision Pro, l’azienda coreana, alle prese con lo storico soprasso subito da iPhone, dedica invece maggiore attenzione a un nuovo progetto, Galaxy Ring.

Settore ancora molto di nicchia, in modo particolare in Italia, lo smartring ha comunque potenzialità da non sottovalutare, sulle quali Samsung crede da tempo. Ora però, è arrivato il momento di scoprire le carte.

In un mercato al momento dominato da marchi molto focalizzati, Samsung ambisce allo stesso ruolo a suo tempo giocata da Apple negli smartphone. Non arrivare tra i primi, ma assumerne subito il controllo.

La salute a portata di mano

Il settore degli smartring è sicuramente meno promettente per dimensioni, ma certamente importante per prospettive e durata. Negli ultimi ani, Samsung ha investito molto, ha ottenuto brevetti da tradurre ora in un lancio ufficiale.

Per certi versi assimilabile a uno smartwatch senza display, Galaxy Ring promette di ricoprirne buona parte delle funzioni di lettura dei parametri corporei e registrazione delle attività, in modo più discreto e preciso grazie alla posizione. All’occorrenza, utilizzando anche vibrazioni per richiamare l’attenzione su notifiche.  

Oltre a margini più ampi sul fronte del design, dei materiali pregiati e l’estetica in generale, la lettura al dito si è rivelata più affidabile di quella al polso. Maggiore precisione significa anche analisi più accurate, quindi migliori informazioni sullo stato di salute. Più utili in prospettiva di u potenziale supporto medico.

Il progetto Galaxy ring è ormai ufficiale, dopo la presentazione in coda al recente evento Unpacked del 22 gennaio a San Diego. Restano da stabilire prima di tutto i tempi della presentazione e relativo inizio delle vendite.

Tutto pronto per Galaxy Ring

Non si parla ancora in dettaglio di rezzo e tempi. Il fatto i inserirlo a tutti gli effetti nell’offerta Samsung, indica però un annuncio possibile entro l’anno, più probabile nella seconda parte. Al riguardo, le indicazioni più affidabili restano quelle scoperte da 9to5Google lo scorso settembre.

Oltre al nome registrato, e una natura fortemente orientata alla salute, al momento non è emerso molto altro. La prospettiva per Samsung di aggiungere un anello al proprio ecosistema, al momento unico marchio a coprire un’offerta integrata con smartphone e smartwatch, ha sicuramente del potenziale.

Oltre alla frequenza cardiaca, quasi sicuramente Galaxy Ring sarà in grado di effettuare un ECG e di rilevare la temperatura corporea, possibilmente in modo più affidabile rispetto agli attuali smartwatch. Inoltre, è un buon candidato per risolvere i problemi pratici nel misurare la pressione in combinazione con gli altri dispositivi Galaxy, senza l’utilizzo di scomodi accessori.

C’è però anche un altro campo di applicazione, al momento meno discusso ma intrigante. Con degli appositi sensori di movimento, Galaxy Ring sarebbe perfetto per utilizzare i dispositivi di smart home attraverso un gesto, senza dover restare nel raggio d’azione dello stesso dispositivo o dello smartphone.

Pubblicato il 29/1/2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *