La realtà virtuale Pico 4 strizza l’occhio al fitness






In attesa del Metaverso, il nuovo visore per realtà virtuale Pico 4 scommette sul supporto all’attività fisica, ma non dimentica i giochi

Dal mercato ristretto, e al momento non particolarmente redditizio dei videogiochi la realtà virtuale sta provando a sportarsi in direzione del Metaverso. La grande spinta Facebook potrebbe imprimere la svolta decisiva, anche se al momento si parla ancora molto più di buone intenzioni e poco di fatti. L’importante in questi casi è però farsi trovare pronti e Pico raccoglie l’invito con la nuova versione del visore per realtà virtuale Pico 4.

Un sistema con integrato tutto quanto di meglio al momento offra la tecnologia. A partire da un  chipset Qualcomm Snapdragon XR2 e un display con risoluzione 4K+ da 1.200 dp,i con frequenza massima di aggiornamento di 90 Hz. Per un peso complessivo di 295 grammi, cinghia esclusa.

La realtà virtuale guarda al fitness

Al momento, in attesa e nella speranza che il Metaverso prenda piede, la realtà virtuale si addifa a titoli dedicati. Pico 4 può contare su una libreria disponibile sul relativo Store, con contenuti che spaziano nelle categorie videogiochi, fitness, video e social. Ulteriori programmi sono disponibili anche attraverso Steam VR.

In particolare, si distingue un’applicazione non scontata per il mono della realtà virtuale. Il programma Pico Fitness permette di rivedere la cronologia dei dati di allenamento in modalità VR, nonché la propria prestazione attraverso il tracciamento del movimento. Inoltre, il software consiglia piani di allenamento in base ai propri obiettivi.

Questo grazie anche alla fascia opzionale per registrare i movimenti nella parte inferiore del corpo e ai programmi. Al servizio di appliczioni come Les Mills Body Combat, All-in-One Summer Sports VR. Prossimamente, anche Just Dance VR.

Più in generale, la libreria comprende titoli per diversi gusti. Tra i principali, Peaky Blinders: The King’s Ransom, Ultimechs e The Walking Dead: Saints & Sinners – Capitolo 2: Retribution.

Movimenti precisi e sicuri

La configurazione del visore Pico 4 prevede quattro telecamere SLAM per tracciare i movimenti. Alla base del rivestimento dell’HMD c’è la fotocamera RGB da 16 MP. L’autonomia, dichiarata in tre ore, è affidata a una batteria da 5.300 mAh.

Il sistema si completa con i due controller da impugnare, caratterizzati da un’unica struttura ad arco rotante, utile anche a protezione da eventuali urti accidentali, con sensori a infrarossi.  

La diffusione ancora relativamente limitata dei visori per realtà aumentata li rende oggetti ancora abbastanza costosi. Con un prezzo di listino di 429 euro, Pico 4 non fa eccezione.

Pubblicato il 23/9/2022


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: