Troppi abusi con AirTag, Apple corre ai ripari






L’uso improprio di AirTag per furti, pedinamenti o stalking induce Apple a modifiche sul sistema di segnalazione

Le ripetute segnalazioni sull’utilizzo improprio di AirTag non lasciano indifferenti Apple. Il sistema di localizzazione per gli oggetti si è infatti presto rivelato anche una soluzione fin troppo facile per furti e anche stalking.

Da qui, la decisione Apple di intervenire a livello firmware per provare ad arginare la situazione. Al fianco dei tantissimi oggetti recuperati grazie ad AirTag, l’utilizzo improprio per sorvegliare o pedinare persone è anche fonte di potenziali questioni legali.

Cifratura e altri accorgimenti standard si stanno rivelando insufficienti. La stessa Apple ammette di avere ricevuto segnalazioni di persone che ricevono avvisi di tracciamenti indesiderati anche quando non ce n’è motivo, per esempio se prendono in prestito le chiavi di qualcun altro con un AirTag agganciato, o si trovano in un’auto in cui un familiare ha dimenticato i propri AirPods.

La sicurezza non è mai troppa

Prontamente, sono state chiamate in causa del Forze dell’ordine alle quali sono stati girate tutte le segnalazioni sospette per le verifiche del caso. Ogni AirTag ha un numero di serie unico e una volta abbinato viene associato a un ID Apple. L’azienda può fornire i dettagli dell’account associato in risposta a un’ordinanza o a una richiesta valida da parte delle autorità.

Nel frattempo, si lavora anche a un rafforzamento delle misure di sicurezza con una nuova versione del software. In arrivo, assicura Apple, nuovi e più espliciti avvisi sulla privacy durante la configurazione. Inoltre, maggiore attenzione nella segnalazione di avvisi inviati via AirPods.

Nuovo aggiornamento in arrivo per AirTag

Più in concreto, è in arrivo un aggiornamento per migliorare la precisione nel rilevare la posizione. Permetterà a chi riceve un avviso di tracciamento indesiderato di individuare la posizione di un AirTag sconosciuto con distanza e direzione.

Inoltre, visualizzazione di un avviso con suono: quando il dispositivo avvisa della propria presenza chiunque si trovi nelle vicinanze e l’iPhone, iPad o iPod touch dell’utente rileva si stia seguendo lo stesso percorso, verrà visualizzato un avviso sul dispositivo dell’utente. Sarà quindi possibile eseguire un’azione immediata. Per esempio riprodurre un suono o usare la funzione “Posizione precisa”, se disponibile.

Anche il sistema di avviso dei tracciamenti indesiderati è sotto osservazione. Verrà aggiornato in modo che allerti ancora prima l’utente che un AirTag o un accessorio della rete Dov’è sconosciuto sta seguendo il proprio stesso percorso.

Ulteriori modifiche alla sequenza di suoni e alla relativa intensità forniranno altro aiuto nel trovare più facilmente i segnali sconosciuti.


Pubblicato il 24/2/2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: