La strada degli smartglasses Kura Gallium passa dalla qualità






Visuale, definizione e prestazioni ampiamente sopra la media, valgono agli smartglasses Kura Gallium il premio al CES 2022

Tra i progetti premiati al recente CES 2022 non potevano naturalmente mancare degli smartglasses. Il wearable al centro dell’attenzione in questa prima parte dell’anno sta sollevando grandi attese e di conseguenza le proposte non mancano. Tra quelle al momento meno note, si distingue Kura Technologies, produttrice dei Kura Gallium.

Ad aver colpito l’attenzione dei votanti è stato l’insieme del sistema. Oltre a smartglasses decisamente all’avanguardia, accompagnati da un ambiente di sviluppo in grado di favorirne la diffusione.

Smartglasses tutti da vedere

Le forme squadrate dei Kura Gallium possono apparire fin troppo ricercate. Tuttavia, scelte anche per contenere e distribuire al meglio la tecnologia del caso. Si tratta infatti di un modello con visuale di 152°, ampiamente superiore alla media dei concorrenti per la realtà aumentata.

Inoltre, il display copre la visuale solo per la parte realmente necessaria, raggiungendo un livello di trasparenza complessiva del 95%. In pratica, significa anche sovrapporre con maggiore continuità gli elementi virtuali alla scena reale.

Importanti anche I progressi sulla compattezza. I Kura Gallium hanno infatti un peso indicato in 80 grammi. La visuale 8K del display AMOLED  a colori promette inoltre una visibilità totale anche nella profondità. Gli elementi grafici sono cioè integrati meglio con lo sfondo, allungando così la profondità di campo.

A piccoli passi verso l’uso quotidiano

Come la maggior parte degli smartglasses in commercio, obiettivo principale di Kura Technologies è il mondo professionale, con assistenza a distanza, formazione e progettazione. Tuttavia, dopo la svolta Facebook in direzione del Metaverso, l’interesse al mondo consumer è rapidamente cresciuto.

Ancora presto però, per parlare di un modello destinato all’uso quotidiano. La connessione diretta a una sorgente dati li rendono uno strumento per un uso prevalentemtente statico. Quindi, in azienda, in sede di assistenza e formazione o in casa.


Pubblicato il 13/1/2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: