Nelle scarpe Under Armour il supporto ideale per correre meglio






I dati raccolti nei primi anni della tecnologia HOVR confermano i benefici delle scarpe Under Armour con sensore per il running

Per Under Armour, la scarpa da corsa smart è una realtà allo studio già da tempo e con alcune applicazioni tradotte in pratica nei primi modelli HOVR proposti al pubblico. Collegate all’app MapMyRun, di recente hanno inoltre aggiunto la funzione Form Coaching, utile per avere riscontri in tempo reale e ricavare indicazioni utili su prestazioni e allenamento.

Se si vuole portare questi strumenti a livello di supporto per atleti professionisti, ma anche per i semplici appassionati del running, restava però ancora una domanda importante alla  quale rispondere, la reale efficacia di uno strumento del genere.

Soprattutto, in un periodo dove spesso si è portati a dover correre da soli, per molti contare su una sorta di allenatore virtuale diventa una necessità.

Il sensore HOVR aiuta a correre meglio

Dopo una serie di studi mirati, ora Under Armour si dice certa di poter affermare con certezza la validità della propria tecnologia. Non solo, i risultati raggiunti dimostrano benefici importanti su tecnica e prestazioni.

Il traguardo è stato ottenuto grazie alla raccolta dei dati caricati da 87mila utenti di MapMyRun. Resi anonimi e analizzati nell’insieme, hanno permesso di confermare come gli utenti delle tecnologie HOVR riescano a tenere un ritmo del 7% più veloce rispetto alla propria media e a coprire distanza il 3% più lunghe.

Per lo studio, sono state tenute in considerazione registrazioni di corse lunghe almeno 1.6 km, un miglio, effettuate e caricate tra il 1 gennaio e il 25 settembre 2020.

Questo, grazie soprattutto alla possibilità di arrivare a livelli di personalizzazione più elevati nella gestione di una corsa. Le prime osservazioni alla maratona di Boston del 2017 avevano infatti permesso ad Under Armour di notare differenze significative in parametri come ritmo e cadenza per ciascun runner registrato in via sperimentale sull’app.

Un programma di allenamento su misura

In pratica, gli attributi personali quali altezza peso, frequenza rappresentano una combinazione unica per ogni atleta. Considerazioni forse non scontate, ora però trasformate in indicazioni altrettanto personalizzate per ottimizzare lo sforzo durante l’esercizio.

Grazie ai dati trasmessi via Bluetooth dal sensore all’interno della scarpa destra, diventa quindi possibile indicare il ritmo ideale da tenere per reggere la distanza senza accusare fatica o stress articolare. Inoltre, analizzando i dati raccolti nel tempo, MapMyRun è in grado di assumere anche il ruolo di coach virtuale, aiutando a pianificare gli allenamenti.

L’ultima evoluzione della tecnologia HOVR è disponibile su tre nuovi modelli di scarpe Under Armour. Machina 2 è la versione più recente del primo modello lanciato nel 2018. Si rivolge a chi cerca una calzatura pensata per la velocità ma capace di reggere anche le distanze.

Infinite 3 è invece dedicata ali appassionati dell’ultra running, mentre la più recente Sonic 4 punta su leggerezza ed elevata  traspirabilità.


Pubblicato il 12/2/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: