Dietro gli Echo Frames Amazon mette a fuoco la sfida per gli smartglasses






Disponibili negli Usa gli Echo Frames, gli smartglassess discreti secondo Amazon con funzioni audio e riconoscimento vocale Alexa

Fosse anche solo per dimostrarsi di poter superare Google in un confronto diretto, Amazon rilancia sul progetto smartglassess, uno dei punti più dolenti nella storia di Mountain View. Echo Frames infatti è ufficialmente disponibile, anche se per il momento solo negli USA.

Chiaro però il progetto, come d’altra parte era già emerso qualche tempo fa. Rispetto ai Google Glass, un approccio completamente diverso a partire non tanto dalla tecnologia quanto invece dalla comodità d’uso, punto debole di quasi tutti i modelli finora proposti sul mercato.

Echo Frames infatti, sono prima di tutto dei comuni occhiali, da sole o anche da vista. Quindi, design e materiali assolutamente in linea con le indicazioni più attuali del settore. Contrariamente a uno sfoggio di novità, l’obiettivo Amazon è invece un’eleganza discreta.

Lo stupore semmai arriva dopo, con la conseguente possibilità di attirare ancora di più l’attenzione. Esattamente nel momento in cui il proprietario degli Echo Frames è in grado di interagire con lo smartphone attraverso comandi vocali raccolti proprio dagli occhiali.

L’utente parla, Echo Frames ascolta

Evoluzione, o meglio alternativa, ai già più comuni auricolari total wireless, gli smartglasses concepiti in quest’ottica sono a tutti gli effetti dedicati alle funzioni audio, accantonando almeno per il momento aspetti come la realtà aumentata, ancora legati a sistemi di proiezione troppo ingombranti e salvo rare eccezioni, dalla praticità tutta da verificare.

In pratica, Echo Frames sono la versione indossabile di uno smart speaker secondo Amazon. Quindi, possibilità prima di tutto di avviare una chiamata con un comando vocale, gestire l’ascolto di musica, ricevere notifiche di messaggi.

La versione finale del progetto ha portato a miglioramenti sul punto più delicato, la qualità audio, combinata alla durata delle batterie. Il tutto, al fine di rendere più naturale l’interazione con Alexa, per trasformarlo in gesto di uso comune.

Inoltre, interessante il sistema di regolazione automatica dell’audio in base al rumore ambientale, secondo il profilo personale impostato in fase di configurazione dall’app. Inoltre VIP filter è l’opzione utile a stabilire da quali app e da quali contatti ricevere notifiche o accettare chiamate. Infine, collegati a Echo Frames anche agenda, calendario e notifiche da gruppi.

Smart sì, ma prima di tutto occhiali

Realizzati con materiali come fibra di carbonio e titanio, disponibili in tre colori, gli smart glassess Amazon introducono anche un sistema di controllo dei consumi con lo spegnimento automatico tre secondi dopo essere stati riposti su un piano.

Forse anche a fronte di queste nuove funzionalità, il prezzo di lancio di Echo Frames a 249,99 dollari è superiore alle previsioni iniziali. Nelle intenzioni Amazon però, anche l’ambizione di allargarne il raggio d’azione.

Tra le prospettive più interessanti, la sperimentazione condotta da un medico in un ospedale della Virginia, per mantenere il contatto con i propri collaboratori durante le cure ai malati di Covid-19 in piena sicurezza, con tutti i sistemi protezione indossati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: