L’eleganza senza tempo di Zepp Z combina classico e moderno






Smartwatch dalle forme classiche, Zepp Z non nasconde l’ambizione di conquistare i più esigenti, scommettendo anche sull’autonomia

Sportivo ed elegante. Per quanto all’apparenza prevedibile, in realtà nel mondo smartwatch è un abbinamento ancora poco cercato dai produttori. A cambiare le carte in tavola ci prova ora Zepp, puntando ad estendere all’Italia i risultati raggiunti negli altri mercati.

Presentatosi come produttore di smartwatch attenti al design, il marchio nell’orbita Huami intende ora puntare deciso anche sul mercato più attento ed esigente mettendo in campo Zepp Z all’inseguimento dello stile classico.

Le forme a rotonde, rispettano i canoni più tradizionali senza tuttavia trascurare alcuni dettagli moderni. Realizzato da un unico pezzo in lega di titanio lucido, oltre a un buon risultato estetico, Zepp Z riesce in questo modo a combinare leggerezza e resistenza.

La cassa e i pulsanti in stile tradizionale cronografo, sono la via di accesso alle svariate funzioni. In alternativa, la modalità Always-On Display permette di avere i il quadrante da 1,39” e risoluzione di 454×454 pixel sempre a portata di vista, mentre meno scontata è la Health Key, per accedere direttamente alle metriche di salute.

Salute a tutto tondo

In particolare, queste ultime esplorano nuove potenzialità, spingendosi oltre la semplice lettura. Zepp Z sfrutta infatti algoritmi con principi di intelligenza artificiale, sfruttando i dati forniti dal sensore ottico BioTrackerTM 2.0 PPG per la frequenza cardiaca ed eventuali potenziali anomalie rilevate.

Aspetto importante nello scenario attuale, prevista anche la lettura del livello di saturazione di ossigeno nel sangue, istantaneo. Dati registrati dalla Zepp App, per tenere sotto controllo i cambiamenti a breve e lungo termine.

Dall’insieme, l’algoritmo calcola quella sorta di indice complessivo sullo stato di salute seguendo le indicazioni del sistema di valutazione della salute PAI Health Assessment System, con sempre maggiori probabilità destinato a diventare un punto di riferimento per il settore.

Dodici le modalità sportive integrate. La certificazione di impermeabilità 5 ATM non lo rende però idoneo alle attività acquatiche. Il GPS integrato, può essere impostato a scelta tra GPS o GLONASS e sfruttato anche per recuperare il proprio smartphone.

Il controllo della musica è effettuato solo via smartphone, mentre non manca il supporto per rilevare il livello di stress e sollecitare all’occorrenza una necessaria pausa rilassante.

Zepp Z va alla carica dell’autonomia

Punto di forza Zepp Z vuole però essere l’autonomia. Huami infatti si sbilancia nel dichiarare addirittura trenta giorni con un uso standard. Inteso però come un poco probabile non utilizzo di frequenza cardiaca, Bluetooth e naturalmente GPS. In ogni caso, anche le due settimane promesse per uno sfruttamento più in linea con le caratteristiche, sarebbero comunque un ottimo risultato.

Dalla somma delle caratteristiche, alle quali va aggiunto il riconoscimento vocale Amazon Alexa, da valutare il prezzo intorno ai 349,90 euro. Invitante per i più attenti al design, da considerare  con maggiore attenzione per chi guarda prima di tutto al supporto per l’attività fisica.


Pubblicato il: 18 Novembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.