L’Italia al CES 2020 si mette in mostra andando in TILT






Si rinnova con successo l’impegno per portare a Las Vegas una selezione di startup italiane innovative e competitive, anche in campo wearable

Tanto può essere importante per un’azienda IT la ribalta del CES 2020, tanto può essere difficile prendervi parte per una piccola startup italiana. Come in tante altre occasioni simili , in loro soccorso arriva così TILT, The Italian Lab for Technology, pronta a promuove la terza edizione di Made in Italy – the Art of Technology, la missione italiana di imprese innovative all’appuntamento di Las Vegas.

La missione organizzata in collaborazione con ICE-ITA, Italian Trade Agency, Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, è nata nel 2018 dal desiderio dei fondatori di TILT, Teorema Engineering e Area Science Park, di mettere in mostra al CES l’eccellenza nazionale del settore.

Cinquanta intepretrazioni di innovazione

Quest’anno si tratta di cinquanta realtà, con una presenz interessante anche nel modo wearable, oltre a  smart home, health & wellness, vehicle, ecommerce/enterprise solutions con una novità fondamentale: due cluster dedicati all’imprenditoria femminile, con tredici startup, e alle tecnologie green, con sette startup.

I progetti si diversificano per contenuti e ambiti di applicazione anche all’interno dello stesso settore di provenienza.

L’innovazione calza a pennello con TILT

In particolare, tra le startup wearable rientra proprio una al femminile. EFG Elettronica propone una video-cuffia che funziona come un sistema di videocomunicazione mobile, pensato per i professionisti, gli operatori e i volontari del mondo del soccorso.

The Tactigon invece, presenta il dispositivo Skin. Una volta agganciato sul dorso della mano, è in grado di interfacciarsi con qualsiasi tipo di device dotato di collegamento Bluetooth registrare quindi i movimenti in tre dimensioni.

Nell’ambito della missione al CES 2020, sono presenti anche nove delle startup che hanno partecipato nel 2019 per raccontare, in continuità con quanto fatto lo scorso anno, come l’esperienza internazionale abbia contribuito all’affermazione del business. Tra queste BionIT, selezionata tra le startup Health & Wellness, Emoji e ARetail per la categoria Commerce/Enterprise solutions, Air per Vehicle.

In particolare, BionIT ritorna con Adam’s Hand, una protesi di mano mioelettrica basata su un meccanismo completamente adattativo in attesa di brevetto, in grado di conformare automaticamente le dita del dispositivo alla forma e alle dimensioni degli oggetti afferrati, usando un solo motore per azionare tutte le falangi, invece delle 5 -6 motori generalmente utilizzati.

Il progetto di Emoji, avviato nel 2017, si concentra su sviluppo e applicazione di una tecnologia di emotional analytics e intelligenza artificiale per riconoscere il sesso, l’età, le emozioni e lo sguardo da immagini riprese da una qualsiasi tipo di videocamera.

Pubblicato il: 9 Gennaio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.