Incomprensioni ridotte a Zero, con la traduzione Timekettle






Pratico e discreto, il modulo USB per smartphone traduce all’istante senza snaturare una conversazione.

Obiettivo nel mirino di tante startup, a oggi la traduzione simultanea non ha ancora trovato una risposta veramente efficace e valida a tutto campo. Timekettle prova così a ribaltare il punto di vista della sfida e proporre con Zero un approccio leggermente diverso rispetto agli ormai usuali auricolari o sistemi di riconoscimento vocale dedicati.

Secondo Timekettle, il nodo della questione è essersi concentrati troppo sull’aspetto di traduzione vero e proprio, trascurando la fruibilità da parte dell’utente e le sue abitudini. In pratica, snaturando il modo di agire, in qualche modo si penalizza anche una conversazione.

Zero problemi di comprensione

Passaggi di dispositivi, comandi da attivare o movimenti non naturali di fatto si limitano a spostare il problema di comprendersi parlando linguaggi diversi, senza risolverlo. Per questo, l’azienda di Pasadena ha deciso di ripartire da Zero, non a caso anche il nome della soluzione sviluppata.

Probabilmente meno accattivante di tante altre opzioni, alla fine proprio nella sua essenzialità Zero può trovare un punto di forza. Di fatto, altro non è se un piccolo modulo da applicare alla porta USB dello smartphone. Poco più grande di una comune chiavetta, al suo interno integra un motore di riconoscimento vocale, in grado prima di tutto di distinguere i diversi timbri di voce degli interlocutori.

Premessa importante per riprodurre via audio e riportare sul display dello smartphone la traduzione testuale di un dialogo. La schermata divisa in due, riporta a entrambi ogni passaggio del dialogo. Da una parte, per avere disponibile la traduzione immediata, dall’altra per verificare la correttezza del messaggio trasmesso ed evitare di essere fraintesi.

Aiuto buono per ogni occasione

Zero non si limita  al colloquio occasionale in lingue diverse, particolarmente adatto per vacanze o incontri informali. Il sistema di traduzione prevede infatti altre due modalità pensate più per l’ambito professionale.

Per gli incontri di lavoro, la modalità Meeting supporta fino a un massimo di quattro interlocutori in simultanea, sfruttando anche la serie di microfoni integrati per raccogliere l’audio da più direzioni.

Per chi deve effettuare un’intervista invece, la possibilità di avere subito un testo tradotto e poterlo valutare, eliminando la prospettiva di dover riascoltare più volte un passaggio poco chiaro del dialogo. Grazie anche al sistema di riduzione dei rumori di fondo integrato.

Interessante anche il prezzo. Previsto in consegna per ottobre, il listino ufficiale di 88 euro può essere ancora per qualche giorno ridotto fino a 52 euro sfruttando il lancio di Indiegogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.