Da Milano all’Everest, scalata virtuale partendo dal Museo della Scienza

Con la realtà virtuale PlayStation VR, in cima al mondo senza correre pericoli

Per chi durante il periodo estivo visiterà Milano, o per chi ci vive e non ha in programma di lasciare la città, il Museo della Scienza e della Tecnologia offre una interessante opportunità. Se non è possibile trascorrere alcune giornate al fresco tra le montagne, grazie a una collaborazione con Sony Interactive Entertainment Italia, si potrà provare l’emozione di scalare l’Everest, senza tuttavia correre alcun pericolo. Everest VR è infatti un’avventura tutta virtuale, attraverso la quale arrivare in cima al punto più alto del mondo senza lasciare il mondo urbano.

In occasione del 65° anniversario della prima ascesa alla montagna dell’Himalaya da parte del neozelandese Edmund Hillary e dello sherpa Tenzing Norgay e del 40° anniversario della prima scalata senza ossigeno di Reinhold Messner, sarà così possibile affrontare l’impervia montagna per tutti.

Indossando il visore PlayStation VR, i visitatori potranno rivivere in prima persona i momenti più eccitanti e rischiosi dell’ascesa, attraverso il ghiacciaio Khumbu fino al Colle Sud a ottomila metri, e superare il mitico Hillary Step, ultimo ostacolo prima della vetta. Il tutto, affrontando cascate di ghiaccio, crepacci e pareti verticali ricostruiti con la tecnica fotorealistica della fotogrammetria.

Ogni sabato e domenica fino al 9 settembre, i visitatori accompagnati da animatori scientifici del Museo potranno mettersi alla prova affrontando l’Everest in condizioni più realistiche con uno zaino da 10 Kg sulle spalle. Una volta giunti in vetta, godere di uno spettacolo unico al mondo.

Everest VR si inserisce in MuseoEstate, il programma estivo di attività del Museo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.