Tutta l’energia Nexus per uscire dalla palestra in piena forma

Per gli appassionati di pesi, un sistema dedicato pronto a trasformarsi in allenatore virtuale

I dispositivi indossabili stanno cambiando rapidamente il modo di fare sport per tante persone e riescono a offrire stimoli ad altrettante in precedenza sedentarie. Se si esce però dal raggio limitato delle discipline più praticate (corsa, bicicletta, nuoto), dove c’è solo l’imbarazzo della scelta, il supporto diventa decisamente più problematico. Sistemi wearable e app dedicate infatti, sono praticamente un’eccezione.

Nexus PushTuttavia, attività come palestra, pesi e simili, possono vantare un buon bacino di utenza. Per questo, la startup canadese Push ha scelto di investirci. Il risultato sotto forma di un sofisticato sensore con apposita fascia e relativa app, è già a disposizione su Kickstarter.

Nexus è in grado di riconoscere e tracciare una serie di movimenti tipici della pesistica. L’idea è offrire a tutti la possibilità di poter contare su un vero e proprio allenatore in ogni momento, con le stesse prestazioni. Quindi, individuare punti deboli e di forza, tracciare uno strocio degli allenamenti e racivare indicazioni utili a miglirare, fissando eventualmente obiettivi.

Indossato sul braccio, Nexus segue le ripetizioni di ogni esercizio leggendo anche un migliaio di dati al secondo, garantendo il completamento e la corretta esecuzione. Valuta inoltre aspetti cruciali per la pratica in palestra, come potenza e intensità raggiunte.

Nexus PushA garanzia della validità della propria idea, Push si è avvalsa della collaborazione di esperti del settore, dal semplice appassionato fino all’atleta, compresi i preparatori. D’altra parte, gli stessi coinvolti in prima persona nel progetto, insieme a ingegneri e progettisti. Non a caso, Nexus è il risultato di cinque anni di studi ed esperimenti, arrivando quindi al risultato finale pronto per entrare in commercio.

Il risultato di un lavoro di gruppo quindi, nelle intenzioni dell’azienda destinato a rivelarsi tale anche sul lato utente, puntando forte sulle prospettive in materia di condivisione e confronto tra appassionati. Una eventualità tuttavia non certamente a buon mercato. Il prezzo della sottoscrizione iniziale è infatti di 299 dollari. Per avere un termine di confronto, decisamente più dei 99 dollari per il GymWatch, sistema non molto diverso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.